Capua Innova, il progetto interattivo al Museo Campano

Capua Innova, il progetto interattivo al Museo Campano

Luigi Fusco

-Al via il progetto Capua Innova al Museo Provinciale Campano di Capua, il nuovo percorso digitale interattivo che condurrà i visitatori all’interno delle sale espositive facendogli vivere un’inedita e coinvolgente esperienza sensoriale entrando in contatto con Federico II di Svevia oppure attraversando il
bosco sacro dove anticamente sorgeva il santuario della Mater Matutae.
La presentazione dell’iniziativa ci sarà domenica 29 ottobre, alle 17.00, con appuntamento nella Sala
Federiciana. “Il progetto – spiegano Sofia Del Prete e Fabiana Carboni di Lisitea Associati, società che ne ha curato la realizzazione – punta ad una fruizione interattiva, semplice e intuitiva, pensata per l’integrazione e il coinvolgimento emotivo dell’utente. Mediante l’utilizzo di video e applicativi touch, il visitatore sarà coinvolto in un nuovo tipo di esperienza, ove saranno gli stessi reperti a prender vita e a raccontare la loro storia”.
“Il Museo Provinciale Campano di Capua – dichiara il presidente Giorgio Magliocca – è uno scrigno unico di arte, di storia e di cultura, orgoglio della provincia di Caserta e dell’intera Campania. Crediamo fortemente nella sua valorizzazione e promozione ed è per questo motivo che continuiamo ad investire in progetti che possano rinnovare l’interesse e la curiosità dei visitatori verso il patrimonio storico e archeologico di Terra di Lavoro”.
“E’ un’altra tappa – aggiunge il direttore del museo Gianni Solino – del percorso di modernizzazione digitale e tecnologica del Museo Campano che abbiamo avviato negli ultimi anni. Dalle esigenze nate nel periodo della pandemia abbiamo imparato ad utilizzare meglio le nuove tecnologie, i social e le nuove forme di marketing e comunicazione”.
Il presidente del Consiglio d’amministrazione della medesima istituzione museale, Carlo Rescigno, ha invece così affermato: “i nuovi media permettono di restituire voce ai musei e alle loro collezioni, rispettando sale e allestimenti storici. Gli oggetti trovati in un antico santuario, o un tempo esposti in chiese e cappelle dismesse, ritornano virtualmente nei loro contesti e dialogano con quanto la storia ha frammentato, distrutto o disperso in luoghi diversi”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1049 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

L’arte al femminile nel ‘700, Angelica Kauffmann a Carditello

Luigi Fusco – Nell’ambito degli studi di storia dell’arte, quando si tenta di individuare una figura femminile che si sia occupata di arti visive, l’attenzione, il più delle volte, cade

Attualità

16 luglio, la Madonna del Carmine nella rumba degli scugnizzi

Maria Beatrice Crisci -“Chella bella Mamma d”o Cármene v”o ppava. Nun mm”o ppòzzo faticá!”, così canta la Nuova Compagnia di Canto Popolare in quello che è un capolavoro di Raffaele

Cultura

Real Sito di Carditello, serata sotto le stelle con Donato Zoppo

Magi Petrillo -Sarà una serata sotto le stelle quella di stasera al Real Sito di Carditello. L’appuntamento è alle 20.30. In scena al Carditello Festival lo storytelling musicale del giornalista