Carriera alias per transgender, è il Giordani il primo a Caserta

Carriera alias per transgender, è il Giordani il primo a Caserta

Maria Beatrice Crisci

– Nella Giornata contro il femminicidio, il 25 novembre, il Giordani, diretto dalla preside Antonella Serpico, ha scelto di presentare la grande novità, «Il regolamento Alias». Saranno gli studenti a presentarlo e a sottolineare che è la prima scuola di Caserta a cimentarsi in questo importante momento di reale dimostrazione di inclusione, parità e difesa dei diritti. L’appuntamento è per le 10 nell’aula magna dell’Istituto. I lavori saranno aperto dalla dirigente. Quindi, Francesca Merolle presidente Arcigay Caserta, Alessio Mignogna Volontario Rain Arcigay Caserta, Chantal Scheiber e Francesco Andreozzi rappresentante d’Istituto.

Si parla sempre più spesso della carriera alias: come sempre più spesso si parla di questioni di genere, identità sessuali e di genere, orientamenti sessuali, transizioni e genderfluid. La cosiddetta “carriera alias” si propone come una soluzione per gli studenti transgender – che quindi non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita, quello del sesso biologico – che presso gli istituti (scuole, liceo o università) vogliono vedere riconosciuta la propria identità di genere.

La carriera alias è inquadrata come un profilo burocratico, alternativo e temporaneo, riservato agli studenti transgender. Un nome scelto viene quindi a sostituire il nome anagrafico, quello scritto nei documenti ufficiali e dato alla nascita in base al sesso biologico. Esemplificativa la vicenda di Anna: Anna che si sente Andrea, e che al liceo Cavour di Roma ha chiesto che venga riconosciuta la sua carriera alias; alla risposta negativa della preside ha lanciato un appello sui social network.

La procedura non ha comunque alcun valore legale al di fuori della scuola. Serve soprattutto a tutelare l’ambiente formativo per chi ne fa richiesta: a evitare il misgendering, ovvero l’uso di termini che fanno riferimento al sesso biologico e non all’identità di genere in cui si riconosce l’individuo, rischiando di essere offensivi. La prima università ad adottare il regolamento Alias è stata quella di Torino, seguita dalla Federico II di Napoli, da Bologna. Una decina invece le scuole superiori che hanno approvato il profilo burocratico. L’Istituto Giordani la prima a Caserta. La preside poi ricorda che “domani in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne gli studenti del Giordani saranno in piazza della Prefettura per l’illuminazione della facciata del Palazzo Acquaviva sede della Questura e Prefettura. E che gli studenti saranno dal questore con la webtv Giordani».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9566 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Prodotti gourmet in tabaccheria, da settembre sarà possibile

Pietro Battarra – Comprare le nocciole di Giffoni o la pasta di Gragnano Igp in tabaccheria da settembre si potrà. Le federazioni dell’agroalimentare e dei tabaccai hanno infatti firmato un

Primo piano

L’arte che cura, all’Accademia Imago le terapie espressive

Luigi D’Ambra – “I linguaggi della creatività tra arte, scienza e formazione” è l’evento che l’Accademia Imago, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli e con il

Spettacolo

Espedito De Martino a Palazzo Paternò, viaggio nella musica

Redazione -Concerto Mediterraneo è il titolo della serata in programma il prossimo 6 luglio alle 20,30 nello splendido scenario di Palazzo Paternò. Protagonista il maestro Espedito De Martino. L’iniziativa a