Caserta, all’avanguardia la Risonanza Magnetica dell’Ospedale

Caserta, all’avanguardia la Risonanza Magnetica dell’Ospedale

(Maria Beatrice Crisci) – “L’ospedale è il corpo sanitario, l’ospedale è il corpo amministrativo. Ma noi non abbiamo mai dimenticato, pur non essendo medici, i pazienti. È stato il nostro primo obiettivo”. Queste parole del prefetto Cinzia Guercio, commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta, hanno risuonato nell’aula magna del nosocomio.

RisonanzaL’occasione era le cerimonia di inaugurazione del reparto di Risonanza Magnetica Nucleare, ma l’iniziativa in realtà ha costituito un momento di riflessione sull’operato svolto dalla Commissione, visto che giovedì 2 marzo scadrà il mandato. Ed è stato chiaro nel suo intervento il vescovo Giovanni D’Alise, complimentandosi per il lavoro svolto dalla Direzione in questi due anni: “Caserta deve risorgere concretamente, nel senso che ci vuole attenzione a ciò che succede. Speriamo che a dirigere l’ospedale venga una persona che abbia l’amore per il lavoro che fa, l’attenzione per gli ultimi e una grande professionalità. Qui abbiamo un potenziale tesoro, non lo dobbiamo sprecare”.

La cerimonia era stata aperta dalla introduzione dell’altro commissario Michele Ametta, mentre è stato assente del tutto giustificato il terzo componente della commissione Leonardo Pace. Sono intervenuti anche il sindaco di Caserta Carlo Marino, il prefetto Arturo De Felice, il direttore generale dell’Asl Mario De Biasio, il direttore dell’Unità operativa di Diagnostica per immagini Giuseppe Belfiore, il direttore del Dipartimento materno-infantile Pasquale Femiano, Presenti altre autorità civili e militari, ma anche molti dipendenti dell’Azienda.

La cerimonia ha poi avuto la sua conclusione con il taglio del nastro nei locali del reparto di Risonanza Magnetica Nucleare in una nuova area al piano terra del padiglione “F”.

Responsabile unico del procedimento e direttore dei lavori è stato l’architetto Virgilio Patitucci, direttore dell’Unità operativa di Ingegneria ospedaliera e servizi tecnici. Progettista l’ingegnere Pasquale Petrillo. Queste le caratteristiche essenziali della nuova apparecchiatura Ingenia da 1,5 tesla con esclusiva tecnologia digitale dStream Philips: alta qualità delle immagini, accuratezza diagnostica. ridotti tempi di esecuzione degli esami, il più ampio spazio per il comfort del paziente.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7501 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Viva Marx, viva Freud. Sfida comica al Piccolo di Caserta

Al Piccolo Teatro Cts di via Louis Pasteur 6 a Caserta (zona Centurano) ritorna la formula del doppio spettacolo: per sabato 17 dicembre ore 21 è previsto Sigmund & Carlo

Biennale Belvedere. Dopo San Leucio, vernissage a Casagiove

Maria Beatrice Crisci – Dopo la straordinaria inaugurazione della Biennale d’Arte Contemporanea del Belvedere di San Leucio presso il Real Sito, domani sabato 7 ottobre alle ore 18,30 il secondo

Teatro Garibaldi, una mostra per raccontarne la storia

Claudio Sacco – I 136 anni di storia del Teatro Garibaldi, chiamato anche il piccolo San Carlo, raccontati con una mostra che sarà inaugurata sabato 8 febbraio. Una esposizione che

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply