Caserta, sarà Luigi Vanvitelli ad aprire le Acque della Reggia

Caserta, sarà Luigi Vanvitelli ad aprire le Acque della Reggia

Pietro Battarra

– Domani mercoledì 27 dicembre alle ore 17 alla Reggia di Caserta lo spettacolo teatrale e musicale Le acque della Reggia di Roberta Ventrella. La messa in scena sarà tra l’ambulacro superiore, antistante la Cappella palatina, e la sala Romanelli. La regia è di Antonio Veneziano, le coreografie sono di Arianna Giovannetti, i costumi del liceo artistico di San Leucio. L’evento rientra nell’incalzante Natale alla Reggia, che vede proprio un susseguirsi di performance che hanno come denominatore comune la vita di corte all’interno della casa del Re.

le acque della reggia okokI testi sono tratti dal libro «Reali delizie. Itinerario storico-artistico in Campania Felix» di Ettore Ventrella, integrati dalla fedele ricostruzione delle lettere originali di Luigi Vanvitelli al fratello Urbano e del ministro Bernardo Tanucci al re Carlo di Borbone. La pièce teatrale è ambientata negli anni che vanno dal 1751 al 1768 e si concentra sui lavori di progettazione e realizzazione dell’Acquedotto carolino, dalla sorgente del Fizzo sul Taburno alla sommità della cascata di Monte Briano, con la costruzione dei Ponti della Valle. L’originale funzione dell’ardita e maestosa opera idraulica era quella di portare le acque non solo alla Reggia di Caserta ma anche alla città di Napoli, contribuendo allo sviluppo agricolo e produttivo nel territorio della Campania Felix.

Le musiche di Friedrich Georg Hendel fanno da colonna sonora alla rappresentazione, che si apre con l’arrivo di Luigi Vanvitelli accolto dal principe Francavilla e l’ingresso allo scalone d’onore dei personaggi della corte, che tra balli e coreografie introducono gli spettatori alla visione della rappresentazione teatrale.

L’organizzazione dell’evento, che mira a sensibilizzare il pubblico verso il patrimonio artistico-culturale casertano, è affidata all’associazione Indila, nata dall’incontro e dalla volontà di un gruppo di artisti di voler diffondere e promuovere la cultura attraverso ogni forma d’arte. Lo spettacolo sarà messo in scena fino a sabato prossimo sempre alle ore 17.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9737 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Screening oncologici, c’è l’appello della presidente Bottiglieri

Maria Beatrice Crisci -«L’Ordine dei Medici di Caserta supporta le attività di prevenzione della ASL Caserta sul territorio». Così interviene la presidente Maria Erminia Bottiglieri. E continua: «Gli screening oncologici

Attualità

17 maggio, è la Giornata Internazionale contro l’omofobia

Claudio Sacco -Oggi 17 maggio si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia. Istituita nel 2007 dall’Unione Europea per condannare le discriminazioni che ancora moltissime persone

Primo piano

Teano. Due nuovi spumanti per l’azienda “I Cacciagalli”

(Comunicato stampa) -Cresce sempre di più il consumo delle bollicine e dei vini rosati sulle tavole degli italiani. Una tendenza confermata dall’aumento delle percentuali di vendita anche in Campania negli