Certosa San Martino, video-istallazione di William Kentridge

Certosa San Martino, video-istallazione di William Kentridge

Luigi Fusco

Waiting for the Sibyl è il titolo della video-installazione dell’artista sudafricano William Kentridge che verrà inaugurata domenica 14 novembre, alle 11.30, presso la Certosa e Museo di San Martino di Napoli. Per la realizzazione dell’opera, l’autore si è ispirato al movimento e alla rotazione delle opere di Alexander Calder, scultore statunitense tra i principali protagonisti dell’arte cinetica.

Non nuova è la presenza di Kentridge nella città napoletana, difatti a lui spetta l’esecuzione del suggestivo mosaico della stazione metropolitana di via Toledo, in cui si intrecciano diversi elementi figurativi che rimandano alla storia e alla dimensione socio-cultuale dell’antico centro partenopeo.  Per Sibyl, ancora una volta, Kentridge svelerà i tratti caratterizzanti della sua fortunata produzione artistica, frutto della commistione di tecniche e generi differenti che vanno dal film al teatro, passando per il disegno, la musica e la letteratura.  La dedica di questa sua nuova composizione è chiaramente rivolta alla Sibilla, la sacerdotessa, citata anche da Dante, che riportava i suoi oracoli su foglie di quercia. I suoi vaticini, disperdendosi e ruotando, venivano poi sospinti dalle folate di vento all’interno dell’antro di Cuma per poi confondere i destini degli uomini e diventando, al contempo, simbolo di incertezza e del tempo che scorre, muta e ritorna. La narrazione della video-installazione di Kentridge, promossa dal Ministero della Cultura e da Scabec Campania, si svilupperà sulle pareti della Spezieria della Certosa e dialogherà con le Sibille della Cona dei Lani, secondo il progetto artistico realizzato dalla Direzione regionale Musei Campania in collaborazione con la Galleria Lia Rumma di Napoli.

L’opera sarà visibile fino al 13 febbraio prossimo.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1075 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

La vecchietta arriva qui, Befana solidale al parco degli Aranci

– La Befana ha sbagliato indirizzo e i doni li ha portati in villetta! Il comitato Parco degli Aranci ha organizzato la seconda edizione dei doni solidali “Chi può doni

Comunicati

Partenope viaggia nel mondo, l’Institut Français canta Napoli

-Venerdì 28 gennaio 2022, presso la Sala Teatro Dumas dell’institut Français di Napoli (via Crispi 86), andrà in scena uno spettacolo di canzone classica napoletana ideato da Davide Brandi ed intitolato: “T’ ‘a conto, t’

Attualità

24 giugno, la festività di San Giovanni nella notte più magica

Augusto Ferraiuolo* – È bene ricordare fin da subito che la festività di  San Giovanni cade in prossimità del solstizio d’estate in quell’ottica sincretica che non può non caratterizzare le variazioni dei