Da Cenerentola al re Uto Ughi, l’estate casertana è all’Aperia

Da Cenerentola al re Uto Ughi, l’estate casertana è all’Aperia

Claudio Sacco (ph Pino Attanasio)

pinoattanasio© (64) L’incantevole location dell’Aperia della Reggia di Caserta, ha visto andare in scena per Un’Estate da Re la Cenerentola di Sergej Prokofev, balletto tra più celebri del repertorio su libretto di Nikolai Volkov, eseguito dal Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo guidato da Giuseppe Picone, di rientro dal debutto a Pechino.

Intanto, Uto Ughi oggi sabato 14 luglio sarà il grande protagonista della serata a partire dalle ore 21. Sarà questo un raro spettacolo all’aperto con l’accompagnamento di Bruno Canino (pianoforte). Una magica atmosfera in cui le note del violino di Ughi interpreteranno, con lo slancio virtuoso che lo contraddistingue, musiche di Ludwig van Beethoven, Fritz Kreisler, Camille Saint – Saens, Pablo de Sarasate ed altri.

pinoattanasio© (75)Un ricordo va fatto della Cenerentola, ispirato alla fiaba di Perrault, che fu rappresentato per la prima volta a Mosca al Teatro Bolshoi il 21 novembre 1945 con la straordinaria Galina Ulanova e il famoso Mikhail Gabovich.
In quella occasione Prokof’ev dichiarò: «Ciò che più mi premeva di rendere con la musica di Cenerentola era l’amore poetico tra lei e il Principe, la nascita e il fiorire del sentimento, gli ostacoli su questa via, la realizzazione di un sogno. Ho cercato di far sì che lo spettatore non rimanga indifferente alla sventura e alla gioia».
L’argomento di questa fiaba famosa ha sempre attratto l’attenzione dei coreografi e si è rivelato particolarmente idoneo a rivestirsi di forme pantomimiche e danzanti. Dopo la prima di Mosca nel 1945, numerose sono state le versioni in Unione Sovietica e in Occidente.
Tra le numerose edizioni, tra quelle più di rilievo si possono annoverare l’allestimento del Sadler’s Wells Ballet (oggi Royal Ballet) con la coreografia di Frederick Ashton, e per il Lyon Opéra Ballet la Cendrillon di Maguy Marin.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9694 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Scuola Futura, domenica all’Anfiteatro con visita istituzionale

Redazione -La Direzione regionale Musei della Campania unitamente alla Direzione dell’Anfiteatro campano e del Museo archeologico nazionale dell’antica Capua di Santa Maria Capua Vetere, in occasione dell’iniziativa nazionale “Scuola Futura”,

Attualità

Casa dell’Amicizia, taglio del nastro con un pranzo solidale

Alessandra D’alessandro -Domenica 13 novembre la “Comunità di Sant’Egidio di Caserta”, per celebrare la Giornata Mondiale dei Poveri ha deciso di organizzare un pranzo solidale sfruttando l’occasione per inaugurare anche

Primo piano

Settanta anni di Repubblica, settanta anni di democrazia

(Beatrice Crisci)       Era la res publica, il supremo interesse collettivo. Dal 1946 è la Repubblica Italiana, nata con il primo voto delle donne. Questa signora dalle vigorose origini