E’ un’estate da re, il popolo della Reggia incorona Ezio Bosso

E’ un’estate da re, il popolo della Reggia incorona Ezio Bosso

Enzo Battarra, foto di Ciro Santangelo

Ezio Bosso

– Un viaggio musicale il concerto di Ezio Bosso, in un raffinato percorso che da Venezia portava a Napoli. L‘auditorium reale, ovvero il primo cortile della Reggia vanvitelliana di Caserta, ha accolto con grande calore il compositore e direttore d’orchestra, tra i più amati e apprezzati dal pubblico. Con lui l’Orchestra del Teatro di San Carlo di Napoli.

Ezio Bosso“The Venice Concert” il titolo del concerto inserito nel sontuosa programma di “Un’Estate da Re”, la rassegna voluta e finanziata dalla Regione Campania. E si è partiti dal concerto brandeburghese numero 3 di Johann Sebastian Bach, autore che amava Vivaldi ma anche la scuola musicale partenopea. Poi Ezio Bosso ha eseguito al piano due sue composizioni: “Split, postcards from far away” e “Rain, in your black eyes”.

Ezio BossoLa seconda parte del concerto è stata dedicata alla sinfonia numero 4 “italiana” di Felix Mendelssohn Bartholdy, che si conclude con una vera e propria tarantella napoletana. E proprio l’ultimo movimento ha rappresentato anche il bis richiesto a gran voce dal pubblico. Infine, anche un omaggio per Ezio Bosso. A consegnarglielo sul palco il presidente della Camera di CommercioTommaso De Simone e il direttore della Reggia Mauro Felicori. Le parole del musicistasono state di estrema gratitudine: “Grazie per avermi fatto sentire un re!”.

D’altronde, non a caso la rassegna ha come titolo “Un’Estate da Re” e sta realizzando concerti memorabili per la qualità e per l’attrazione dei luoghi, spaziando da sovrani della musica come Ennio Morricone ed Ezio Bosso ad altri protagonisti. La rassegna è organizzata dalla Scabec con la collaborazione artistica del Teatro di San Carlo Napoli e del Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno e il contributo della Direzione della Reggia, del Comune e della Camera di Commercio di Caserta. La direzione è di Antonio Marzullo.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

“Italiani, grazie!”, la Parrocchia Ucraina in corteo per Caserta

Maria Beatrice Crisci – Nel giorno della Pentecoste, la Parrocchia Ucraina di Caserta retta da padre Ihor Danylchuk ha celebrato la festa parrocchiale della “Santissima Trinità”. In mattinata la Messa Solenne Ucraina

Primo piano

Teresa Musco a 40 anni dalla morte. Resta il mistero

(Enzo Battarra) – Il 19 agosto sono 40 anni dalla morte di Teresa Musco. Nei giorni scorsi, a Caserta e in tutta la provincia, sono stati affissi i manifesti che

Primo piano

Medicina Caserta, l’ottimo giudizio degli allievi della Vanvitelli

Maria Beatrice Crisci – “L’opinione degli Studenti, espressa con un questionario anonimo a cadenza annuale, risulta estremamente positiva per quanto riguarda la didattica erogata nel Corso di Laurea di Medicina