Giancarlo Siani, a 35 anni dall’omicidio il tesserino da giornalista professionista

Giancarlo Siani, a 35 anni dall’omicidio il tesserino da giornalista professionista

Pietro Battarra ph Luigi Image-Communication

Giancarlo Siani fu ucciso 35 anni fa dalla camorra. Era il 23 settembre del 1985. Giancarlo era un giovane cronista de Il Mattino. A Napoli, al cinema Modernissimo, questa mattina la consegna ai familiari di Giancarlo del tesserino di professionista alla memoria. A consegnarlo Carlo Verna e Ottavio Lucarelli rispettivamente presidenti dell’Ordine dei Giornalisti Nazionale e della Campania. “Legalità significa lavoro vero ai giovani”. Queste le parole di Ottavio Lucarelli che ha poi aggiunto: “Questo tesserino è una scelta etica che va nel segno della legalità e del lavoro vero per le nuove generazioni di giornalisti. Giancarlo è sempre più un simbolo per l’informazione corretta e libera da condizionamenti e ricordarlo significa soprattutto portare avanti ogni giorno il suo messaggio per il lavoro e la lotta alla camorra. Troppi giovani giornalisti continuano ad essere sfruttati e massacrati con paghe da fame”.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 95 posts

Pietro Battarra, giornalista pubblicista. Iscritto a Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli, si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Spettacolo 0 Comments

Napoli, a San Domenico Maggiore ecco Totò con il suo altro

Maria Beatrice Crisci – L’altro Totò è il personaggio inatteso, è l’uomo dietro la sua maschera. Dopo il bel successo del Maggio dei Monumenti, Liberaimago, in collaborazione col Comune di

Editoriale 0 Comments

Vittime e carnefici insieme, la mala-vita si combatte pure così

Maria Beatrice Crisci – «Una opportunità per metabolizzare il dolore, il lutto e anche per stigmatizzare la “mala-vita” che non è una madre premurosa o un una madre severa. Le

Teatro Garibaldi, una mostra per raccontarne la storia

Claudio Sacco – I 136 anni di storia del Teatro Garibaldi, chiamato anche il piccolo San Carlo, raccontati con una mostra che sarà inaugurata sabato 8 febbraio. Una esposizione che

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply