Giordani. Al Liceo scientifico si studia l’intelligenza artificiale

Giordani. Al Liceo scientifico si studia l’intelligenza artificiale

-L’ITI-LS “F. Giordani” promuove nel suo Liceo scientifico opzione scienze applicate lo studio dell’Intelligenza Artificiale. L’Intelligenza Artificiale si riferisce a sistemi che mostrano un comportamento intelligente nell’analizzare il loro ambiente e intraprendere azioni, con un certo grado di autonomia, per raggiungere obiettivi specifici. La scelta della Dirigente del Giordani, Antonella Serpico, forte delle potenzialità dell’istituto, nasce dalla consapevolezza che i profondi cambiamenti che continueranno a trasformare la società e la natura del lavoro richiedono un approccio educativo innovativo. Difatti è sempre crescente la domanda nei confronti delle scuole affinché preparino gli studenti ai cambiamenti economici e sociali più rapidi, ma anche e soprattutto ai posti di lavoro che non sono stati ancora creati, alle tecnologie che non sono state ancora inventate e a risolvere problemi sociali che non esistevano in passato. Per gli studenti sarà sempre più pressante la necessità di acquisire competenze sul funzionamento dell’Intelligenza Artificiale. I sistemi basati sull’Intelligenza Artificiale possono essere puramente di natura software, agendo nel mondo virtuale (ad esempio assistenti vocali, software di analisi delle immagini, motori di ricerca, sistemi di riconoscimento vocale e facciale) oppure possono essere incorporati in dispositivi hardware (ad esempio robot avanzati, auto autonome, droni o applicazioni Internet of Things). Si tratta di un campo in rapida evoluzione, che si esplica in soluzioni molte diverse tra loro ed è reso possibile da altre discipline come l’high permormance computing, dall’informatica e dalla scienza dei dati. Pertanto, l’importanza di introdurre l’AI (Artificial Intelligence) nelle scuole nasce da tre necessità educative principali:
• un cittadino partecipe della società in cui vive dovrebbe essere in grado di
discutere sugli aspetti etici dell’intelligenza artificiale, su ciò che dovrebbe o
non dovrebbe fare un algoritmo AI;
• un cittadino dovrebbe essere in grado di comprendere le basi del
funzionamento dell’AI, così da utilizzare consapevolmente i sistemi e le
piattaforme commerciali che ci circondano, avendo anche la capacità di
riconoscere rischi e potenzialità di questi strumenti;
• uno studente dovrebbe essere in grado di progettare semplici sistemi AI,
perché tra gli studenti di oggi abbiamo i futuri progettisti di algoritmi AI.
Per tutti questi motivi La Dirigente dell’ITI-LS “F. Giordani”, Antonella Serpico, ha deciso di introdurre nel Liceo scientifico opz. Scienze Applicate, già noto per il progetto classi digitali attivo da ben quattro anni, la curvatura Scienza dei Dati e Intelligenza Artificiale. L’obiettivo della Dirigente è quello di garantire ai suoi studenti la possibilità di non essere semplici spettatori dei cambiamenti della società, al contrario di esserne gli artefici; da qui anche la scelta di aderire alla Rete Nazionale Licei Scienza dei dati e Intelligenza Artificiale, promossa dal liceo “Buonarroti” di Monfalcone.

https://drive.google.com/file/d/1jH1aPq-bI1nxntV5m-AIyzwRjTAPJt-q/view

Comunicato stampa

About author

You might also like

Primo piano

Biblioteca Bene Comune, il libro di Monica Mazzitelli

Claudio Sacco -«Di morire libera. La vita ardente di Michelina Di Cesare, briganta». Il nuovo romanzo di Monica Mazzitelli (foto) che sarà presentato venerdì nella Villetta di Parco degli Aranci

Comunicati

Forse una farsa, Tato Russo è al Nuovo Teatro Sancarluccio

-Sarà il Nuovo Teatro Sancarluccio, storica sala partenopea, a ospitare, sabato 29 gennaio alle ore 21 (repliche fino a domenica 6 febbraio) il debutto di «Forse una farsa» divertimento in due atti di Tato

Primo piano

Caserta, Nicholas Tolosa al Mac3. La missione storica dell’arte

Maria Beatrice Crisci – È stata inaugurata ieri 27 gennaio, nel giorno dell’International Holocaust Remembrance Day, il Giorno della Memoria, la mostra di Nicholas Tolosa al Museo di Arte Contemporanea della Città di