Giornate europee del Patrimonio, dalla Reggia all’Acquedotto carolino

Giornate europee del Patrimonio, dalla Reggia all’Acquedotto carolino

-Sabato 23 e domenica 24 settembre torna alla Reggia di Caserta l’appuntamento annuale con le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days). I Musei e i luoghi della cultura di tutta Europa saranno al centro di iniziative dedicate, quest’anno, al tema “Patrimonio InVita”.

La Reggia di Caserta aderisce alla più estesa manifestazione culturale d’Europa con un’apertura straordinaria dei suoi spazi, focus di approfondimento e passeggiate di scoperta del suo vasto patrimonio. Il programma si dipanerà attraverso diversi linguaggi ed espressioni della conoscenza e dell’arte: dal teatro alla musica, dalla letteratura all’esoterismo.

Sabato 23 settembre – Reggia di Caserta – Gli Appartamenti reali saranno aperti dalle 8.30 alle 22.15, con ultimo accesso alle 21.15. Dalle 19.30 il costo del biglietto di ingresso agli Appartamenti reali è di due euro. I biglietti saranno acquistabili dal pomeriggio di oggi presso la biglietteria di piazza Carlo di Borbone e online su TicketOne. I titolari di ReggiaCard 2023 accedono con l’abbonamento.

Dalle 10.15 alle 13.45, l’appuntamento è nella Biblioteca Palatina, “Tempio del Sapere” del Museo. Nella prima sala verrà esposta l’edizione padovana del 1784 dell’Encyclopédie di Diderot e d’Alembert e la Dichiarazione dei Disegni del Real Palazzo di Caserta di Luigi Vanvitelli. Gli esperti del Museo presenteranno l’Encyclopédie, simbolo del secolo dei Lumi – prima opera enciclopedica che descrive nei minimi dettagli le arti applicate e l’artigianato – e il suo legame con il gruppo di artisti che animò il clima culturale del Regno di Napoli tra la seconda metà degli anni ‘60 e gli anni ’90 del ‘700. Dalle tecniche di fabbricazione dei libri a stampa, descritte nella Diderot – d’Alembert, si passerà al progetto della Dichiarazione, opera su cui poggia tutto il progetto della Reggia di Caserta, il cui ideatore, Luigi Vanvitelli, è quest’anno al centro delle Celebrazioni in memoria dell’anniversario dei 250 anni dalla sua morte. A seguire, nella terza sala, verrà illustrato dal personale del Museo il progetto dell’allestimento della Biblioteca Palatina. Sarà possibile partecipare all’iniziativa prenotandosi alla mail re-ce.bibliotecapalatina@cultura.gov.it

Dalle 14.15 alle 17.45, si schiuderanno le porte del Teatro di Corte. I visitatori saranno accompagnati a scoprire il “gioiello” del Complesso vanvitelliano, prezioso scrigno di grazia e splendore. Ingresso su prenotazione scrivendo a re-ce.valorizzazione@cultura.gov.it

Dalle 20 alle 21.30, protagonista sarà la musica con il concerto dell’Orchestra da Camera di Caserta, diretta da Antonino Cascio, con il flautista Mario Bruno, primo premio al Kobe International Flute Competition 2022 e secondo premio all’ARD-Musikwettbewerb di Monaco. I musicisti eseguiranno brani simbolo dell’architettura musicale del Settecento, la Sinfonia n.81 in sol maggiore di Franz Joseph Haydn, il Concerto in re maggiore per flauto e orchestra KV 314 di Wolfgang Amadeus Mozart e una spiritosa Sinfonia di Antonio Sacchini, musicista recensito con eccessiva severità da Vanvitelli, ma il cui giudizio riflette appieno la sua concezione dell’arte: “È andata l’opera di S. Carlo sabato sera con intervento del Re. Si recitò l’Andromaca, cattiva musica di un certo Sacchini. Questi compongono alle piazzate de Teatracci de Fiorentini e poi presumono di saper comporre nelle opere regie…”. 

Fino alle 22.15, con ultimo ingresso alle 21.15, sarà possibile visitare l’intero percorso degli Appartamenti reali, dalle Sale di rappresentanza con tappa alle Sale Vanvitelli, allestimento permanente dedicato al grande cantiere della Reggia, per poi attraversare l’ala dell’Ottocento, recentemente restaurata, e gli spazi più intimi ad uso dei regnanti negli ambienti settecenteschi, concludendo con la Biblioteca Palatina e la Sala del Presepe. L’itinerario consentirà di apprezzare, inoltre, le opere della collezione Terrae Motus nell’allestimento inaugurato due anni fa.

Aperta anche la caffetteria/buvette del Museo con la possibilità di degustare prodotti tipici del territorio e bere un drink circondati dalla bellezza. 

Il Parco reale e il Giardino Inglese saranno aperti nelle modalità e negli orari ordinari. Qui tutte le info https://reggiadicaserta.cultura.gov.it/orari. Il Teatro di Corte sarà aperto anche dalle 10 alle 12.45 a cura del Touring Club Italia.

Sabato 23 settembre – Oltre la Reggia – Dal Bosco di San Silvestro lungo l’acquedotto Carolino fino al Torrione della Cascata del Parco reale

Dalle 9.30 alle 12.30 l’Appuntamento con i partecipanti è alle ore 9:30 davanti al cancello d’ingresso del Bosco di San Silvestro (oasi WWF), in via Giardini Reali in località San Leucio. I visitatori percorreranno il tratto di Acquedotto Carolino che alimentava il setificio di San Leucio per giungere al cosiddetto Torrione, dove nasce la Cascata del Parco reale, e dove sarà possibile ammirare la Via d’Acqua del Museo verde e una vista che spazia da Punta Campanella (Penisola Sorrentina) alle isole di Capri e Ischia. Il percorso per lo più in piano è di circa 3km (tra andata e ritorno), non è consigliato a persone con mobilità ridotta. Si suggerisce abbigliamento comodo e scarpe basse. Non sarà possibile accedere con l’auto all’interno dell’Oasi. Partecipazione gratuita previa prenotazione inviando una e-mail a re-ce.acquedottocarolino@cultura.gov.it

Domenica 24 settembre – Reggia di Caserta – Gli Appartamenti reali, il Parco reale e il Giardino Inglese saranno aperti nelle modalità e negli orari ordinari. Qui tutte le info https://reggiadicaserta.cultura.gov.it/orari. Costo dei biglietti ordinario, al link https://reggiadicaserta.cultura.gov.it/biglietti tutti i dettagli. I biglietti sono acquistabili presso la biglietteria di piazza Carlo di Borbone e online su TicketOne. I titolari di ReggiaCard 2023 accedono con l’abbonamento. 

Dalle 10.30 alle 13.30 i visitatori, accompagnati dal personale del Museo, potranno andare alla scoperta del percorso massonico del Giardino Inglese. Il romantico ambiente naturale tanto caro alla regina Maria Carolina ha elementi simbolici – statue e edifici – che costituiscono le tappe del percorso iniziatico che l’adepto doveva compiere in una sequenza prestabilita. La Massoneria traeva i suoi simboli dalla cultura egizia e da quella medievale ma anche da quella rinascimentale dell’Arcadia con un utilizzo eclettico di segni di provenienza diversa. Nel Giardino inglese molti simboli vi fanno rimando: piramide, edificio gotico, antro del Bagno di Venere, Criptoportico e altre finte rovine, statue degli Acquaviva riutilizzate come Sfinge, Atlante e Pastore. Per partecipare all’iniziativa scrivere a re-ce.valorizzazione@cultura.gov.it

Dalle 14.15 alle 17.45, sarà riaperto il Teatro di Corte. Ingresso su prenotazione scrivendo a re-ce.valorizzazione@cultura.gov.it. Il Teatro di Corte sarà aperto anche dalle 10 alle 12.45 a cura del Touring Club Italia.

Domenica 24 settembre – Oltre la Reggia – Acquedotto carolino

Dalle 9.30 alle 12.30. L’incontro èpresso il piazzale sotto ai Ponti della Valle nel comune di Valle di Maddaloni, nei pressi del Monumento ossario ai Caduti Garibaldini. Da qui, accompagnati dal personale della Reggia di Caserta, i visitatori arriveranno fino al camminamento superiore della grandiosa opera di Luigi Vanvitelli, per godere della splendida vista della valle sottostante. Si proseguirà percorrendo il sentiero principale nei pressi di due vecchi mulini e di una chiesetta diroccata. Sul terrazzo del mulino superiore sarà possibile osservare la portata d’acqua di uno dei torrini. Si suggerisce abbigliamento comodo e scarpe basse. Partecipazione gratuita previa prenotazione inviando una e-mail a re-ce.acquedottocarolino@cultura.gov.it 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9694 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Junior Original Concert 2019, a maggio fa tappa a Caserta

Maria Beatrice Crisci – Junior Original Concert 2019 fa tappa a Caserta. L’appuntamento è per domenica 5 maggio, alle ore 16 al Grand Hotel Vanvitelli di San Marco Evangelista. E’

Primo piano

Air Campania, biglietti e fermate con il numero antiviolenza

(Comunicato stampa) -AIR Campania a sostegno del numero nazionale contro la violenza sulle donne. L’azienda regionale di trasporto pubblico ha realizzato la serie speciale di titoli di viaggio dedicati al

Primo piano

Premio Buone Notizie, il vescovo di Caserta Pietro Lagnese

Maria Beatrice Crisci – Le buone notizie sono contagiose, quindi vanno raccontate. Il vescovo Pietro Lagnese lo dice a @ondawebtv a margine del Premio Buone Notizie alla biblioteca diocesana. L’intervista