Il Mann di Napoli sempre più green, un’arnia entra nel museo

Il Mann di Napoli sempre più green, un’arnia entra nel museo

-Il Museo Archeologico Nazionale di Napoli diventa sempre più green: da settembre, infatti, partirà il Progetto Melissa, che nascerà dalla collaborazione con l’Azienda Agricola Volpe di San Mauro Cilento.

In coerenza con il Piano Strategico 2020/2023 e con la volontà del direttore Paolo Giulierini di promuovere un approccio attento all’ambiente, sul terrazzo del Braccio Nuovo del MANN sarà installata un’arnia, che rappresenterà un vero e proprio case study: la dimora della colonia di api, infatti, sarà trasportata dalla natura incontaminata dell’area cilentana al centro storico partenopeo, altamente antropizzato.

Un innesto sperimentale che aprirà una nuova strada, mai tentata da un Museo: l’arnia, infatti, non soltanto sarà oggetto di lezioni e laboratori in aula ed in apiario, ma produrrà miele “made in MANN”.

L’Azienda Agricola Volpe, che vanta un’esperienza ormai quarantennale nella produzione di miele e nella didattica relativa alle attività artigianali del settore agro-alimentare, coadiuverà allievi, docenti e visitatori appassionati della natura a studiare, in tutta sicurezza, il comportamento di una famiglia di api “ospitata” sui tetti del Braccio Nuovo. Nonostante l’apicoltura urbana sia ormai una realtà, le suggestioni del “Progetto Melissa” provengono, chiaramente, dalla scelta di un Istituto culturale di portare innanzi un percorso che coniughi divulgazione ed economia circolare: focus anche sull’importanza del miele nella dieta e nel mondo culturale degli antichi, con itinerari enogastronomici ad hoc da organizzare nei laboratori del gusto aperti  nel prossimo anno al MANN. 

Non mancheranno itinerari archeologici dedicati alla scoperta della simbologia delle api nell’iconografia antica: si partirà dall’Artemide Efesia che, come dominatrice della natura e regolatrice dell’ordine cosmico, presenta questi insetti sulla propria veste. 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9739 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Santa alleanza tra le due “Regge” sull’asse vanvitelliano

(Beatrice Crisci) – “E’ importante per noi che questo sia solo l’inizio di un progetto che può avere potenzialità enormi, utili e importanti per il territorio. Il bacino è quello

Stile

Un calco al pancione, l’artista Loffredo ritrae la blogger Nasti

Redazione -È un’opera dell’artista Marcella Loffredo, il calco della pancia di Chiara Nasti, la blogger alla sua seconda gravidanza che ha chiesto un calco-ricordo che potesse restare nella memoria di

Primo piano

Frammenti di pensieri, Clara Di Rubba a Palazzo Fazio

(Comunicato stampa) -Giovedì 16 novembre, alle ore 18, presso Palazzo Fazio, via Seminario campano 12, a cura dell’Associazione Capuanova, riprendono gli incontri dedicati alla poesia e ai poeti campani. Ospite