Il silenzio di Ophelia, Alfredo Cordova al Pascale di Napoli

Il silenzio di Ophelia, Alfredo Cordova al Pascale di Napoli

Luigi Fusco

-Il professore, le sue allieve e il dottore: insieme in nome dell’arte e contro le malattie oncologiche. I tre personaggi sono stati protagonisti di una bella vicenda, di quelle che si vedono a Natale, ma, fortunatamente, anche in altri periodi dell’anno. Da questa felice congiuntura è nata l’opera Il silenzio di Ophelia, realizzata dall’artista Alfredo Cordova, docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico “Ferraris-Buccini” di Marcianise, e donata al Pascale di Napoli. Il dipinto è stato eseguito con l’intento di offrirlo all’istituto partenopeo dei tumori, dove l’autore stesso è stato ricoverato, in passato, dopo aver riscontrato un melanoma e dove ciclicamente si reca per esser sottoposto a specifici controlli. Migliorate le condizioni di salute, Cordova è rimasto profondamente legato al Pascale e per questa iniziativa ha coinvolto anche le sue alunne Emilia Di Lorenzo e Ilaria Maietta che hanno presentato due grandi tele intitolate rispettivamente Luce sul Golfo e Il babà all’ombra del Vesuvio. Alla cerimonia di consegna è intervenuto il dottor professor Paolo Ascierto e il direttore generale del Pascale Attilio Bianchi.

I tre quadri sono stati sistemati nel corridoio che divide i due ingressi principali dell’edificio degenze dove già sono state allocate le opere di altri artisti: due murales e due lavori di Alessandro Ciambrone, insieme al Vesuvio che spacca il virus di Gennaro Regina, due opere donate dalla Syart di Sorrento, Time Out di Elvira Garrasco e World Art for Covid composta da Kristina Milakovic, Alessandra Carloni e Giulia Spernazza. Il progetto di colorare le pareti dell’ospedale nasce da un’idea del direttore Attilio Bianchi durante la prima ondata del covid-19. La chiamata alle arti ha poi spinto autori di ogni parte d’Italia a regalare le proprie opere che, nel tempo, sono state sistemate nella hall e nei reparti, come nel caso dei 52 quadri offerti dall’artista-ginecologo di Benevento Giovenale Tresca.

“É fantastico registrare la volontà di tante persone – ha dichiarato il direttore generale del Pascale – che vogliono partecipare da tutte le parti d’Italia. L’Arte, e la volontà di contribuire alla serenità dei nostri pazienti, sono gli elementi unificanti di questa idea per la quale ringrazio chi ci ha creduto dal primo momento e continua ad accompagnarci in questo percorso”.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1041 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Spettacolo

Mettilo in agenda! Ecco cosa fare nel week end di Pasqua

Emanuele Ventriglia -Non sai cosa fare durante questo fine settimana di Pasqua? Ecco i principali eventi che si svolgeranno sul territorio casertano. Venerdì 7 aprile Sabato 8 aprile Domenica 9

Comunicati

Ospedale Caserta, una donazione straordinaria di sangue

-L’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta rinnova l’appuntamento con la solidarietà e invita la cittadinanza a una donazione straordinaria di sangue. 

Comunicati

Teatro Festival, Gea Martire protagonista in Villa Floridiana

-Sono tre i “battiti per la bellezza” del 23 giugno al Campania Teatro Festival. Acominciare, nell’ambito della Sezione Sportopera, da “Eraclito el’orologiaio”, tratto dalla raccolta “Piccolo teatro filosofico” di Aldo Masullo, cheva in scena alle 20 al teatro Nuovo per l’interpretazione