La Casertana perde sul campo, e il pubblico vince sugli spalti

La Casertana perde sul campo, e il pubblico vince sugli spalti

Cristiano Ricciardi

Dispiace la sconfitta della Casertana. È la squadra di calcio della città. E ognuno, tifoso o no, vuole che il nome di Caserta, giorno dopo giorno, venga ricordato per eventi favorevoli e non per inciampi. Ma è un gioco e la sconfitta fa parte del gioco, soprattutto se l’avversario ha blasone e sostanza, come è il caso del Catania. Ma da registrare c’è stata la passione dei tifosi casertani che sul 4-0 hanno continuato a incitare fortemente la squadra, con un grande applauso di tutto il Pinto al fischio finale, fino ad accompagnare i giocatori alla discesa negli spogliatoi. Lezione di civiltà di Caserta, dunque. È facile essere sostenitori entusiasti quando le cose vanno bene, più difficile è dimostrare riconoscenza e fiducia nelle avversità. I supporter della Casertana hanno capito che è stata una giornata storta, con qualche ingenuità e tanta stanchezza nelle gambe di una squadra che è nata da troppo poco tempo. Qui di seguito la cronaca della partita.

Si è disputata allo stadio Alberto Pinto la partita Casertana-Catania per la sesta giornata del campionato di serie C girone C. Per la Casertana è arrivata la prima sconfitta in campionato, subendo un duro 4-0. La partita ha visto un primo tempo dominato dalla squadra ospite che ha sbloccato dopo 7 minuti la partita con un gol da centrocampo da parte del numero 32 Chirico. La squadra di casa ha provato a reagire nei minuti successivi avendo una grande occasione al 21’ con un colpo di testa di Casoli ma poco alto sopra la traversa. La Casertana provando a reagire si è scoperta troppo ed è arrivato il raddoppio della squadra ospite al 25’ da parte di Di Carmine.

ph Ciro Santangelo

Nel secondo tempo l’allenatore della Casertana, Vincenzo Cangelosi, ha provato a cambiare il copione della partita, facendo entrare Tavernelli, Damian e Paglino, ma nonostante i cambi, anche dopo l’intervallo, la squadra si è fatta subito sorprendere al primo minuto della ripresa dallo stesso Di Carmine che ha portato il Catania sul 3-0 e dopo 10 minuti Chirico con un tiro di sinistro da fuori area ha firmato il 4-0 del Catania.

ph Ciro Santangelo

Infine la Casertana ha provato a segnare almeno un gol creando delle occasioni, soprattutto al 60’ con il numero 25 Taurino che si invola da solo verso la porta ma tira addosso al portiere sprecando una grande occasione. Nonostante anche l’espulsione di un giocatore del Catania al 77’, dovuta ad atteggiamenti antisportivi, la  Casertana non è riuscita più ad essere pericolosa perdendo così la sua prima partita di questa stagione.

ph Ciro Santangelo

About author

Cristiano Ricciardi
Cristiano Ricciardi 4 posts

Studente universitario della facoltà di Ingegneria Chimica presso l'Università Federico II di Napoli. Segue con grande attenzione lo sport, soprattutto il calcio e il tennis. Una passione questa che si augura possa portarlo a diventare giornalista e commentatore sportivo.

You might also like

Primo piano

Museo civico Gaetano Filangieri. Un altro pezzo d’arte napoletano

(Mario Caldara) – Il 19 novembre è una data importante, che testimonierà ulteriormente quanto Napoli sia un pozzo d’arte senza fondo. Il Museo Civico Gaetano Filangieri ha da poco riaperto

Food

Dolce & Salato, conclusa la sessione invernale. Si va in tavola

(Luigi D’Ambra) – Un nuovo evento alla scuola Dolce & Salato di Maddaloni, come conclusione della sessione invernale. L’appuntamento è per mercoledì 5 aprile alle ore 14. L’evento è incentrato

Comunicati

Il sogno reale dei Borbone, Iaia Forte al Campania Teatro Fest

Sono tutte prime assolute quelle in scena giovedì prima luglio al Campania Teatro Festival, diretto per il quinto anno consecutivo da Ruggero Cappuccio e organizzato dalla Fondazione Campania dei Festival,