La Costituzione, il libro di Paolo Franzese a Villa Vitrone

La Costituzione, il libro di Paolo Franzese a Villa Vitrone

-Sarà presentato domani pomeriggio, 6 maggio, alle 17, il libro di Paolo FranzeseCaserta 1945. La Costituzione e la repubblica”, per i tipi di D’Amico Editore. Un anno, una città, una provincia, una nazione. Un partito. La Democrazia cristiana di Terra di Lavoro, la costruzione della nuova Italia al centro della relazione di Giovanni Franzese che nell’estate del 1945 scriveva ai giovani democristiani della sua provincia esordendo così: «Dobbiamo avere un monarca o un presidente?». È il figlio Paolo ad aver ritrovato il documento inedito, preziosa testimonianza della vita ideologica nei mesi ferventi del dopoguerra e di una congerie politica che è sfuggita all’archiviazione e dunque alla macrostoria. A partire da quel documento, un lungo studio nelle carte d’archivio e nelle fonti della storia più recente per delineare un tempo, un uomo, una cultura. «Papà – dice l’autore – era un avvocato civilista, laureatosi durante la guerra, estimatore di don Sturzo; si impegnò a fondo, sin dalla fine del conflitto, nelle file dell’appena fondata Dc, all’interno del locale gruppo giovanile, su posizioni decisamente repubblicane, in una città che avrebbe dato la più alta percentuale di voti alta monarchia, e di rifondazione dello Stato sulla base di una Costituzione democratica. Successivamente non mi risulta che abbia avuto un ruolo politico o che abbia fatto politica pur prestando attenzione a quanto accadeva anche all’interno di quel partito. È stato certamente un autorevole e competente professionista nel mondo forense, molto attento alla storia e agli autentici valori del territorio». La relazione di Giovanni Franzese è una lucida e propositiva riflessione sui problemi della riforma dello Stato, fondata su un’attenta indagine retrospettiva della storia d’Italia. Il discorso, pronunciato, in una città, che stava riacquistando il ruolo di capoluogo di provincia perduto durante il ventennio, rappresenta anche l’appassionato invito ai giovani a impegnarsi a valorizzare, in quel singolare contesto storico, la preziosa occasione di chiudere con un tragico passato e di porre le basi di un futuro migliore. Ne parleranno Paolo De Marco, docente di Storia Contemporanea all’Università Vanvitelli, Ugo Verrillo, presidente dell’ordine degli avvocati di Santa Maria Capua Vetere, il sindaco di Caserta Carlo Marino. Sono previsti i saluti istituzionali del presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, dell’Accademia napoletana di studi storici, Giancarlo Rinaldi, del Lions club Caserta Terra Di Lavoro Reloaded, Antonio Cobianchi. L’incontro sarà moderato dalla giornalista Nadia Verdile.

Guarda video https://www.youtube.com/watch?v=V5ogRiDZ-cs&t=3s

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8823 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

“Caserta non tratta”, esposto lo striscione solidale al Comune

Tiziana Barrella – “Caserta non tratta”. Così recita lo striscione esposto sulla facciata del Comune di Caserta. L’assessore alle Politiche della Famiglia e Giovanili e Pari Opportunità Emilianna Credentino spiega:

Primo piano

Giano Vetusto si candida a diventare Città dell’Olio

Pietro Battarra – L’Associazione culturale “Panta Rei” e la Proloco Janus con il patrocinio del Comune di Giano Vetusto hanno promosso per sabato 2 dicembre una giornata dal titolo “La nostra

Cultura

Dante a Napoli, mostra storica nella Biblioteca Universitaria

Alessandra D’alessandro -Entrano nel vivo le manifestazioni per l’anniversario per i 700 anni dalla morte del sommo poeta indette dal Comitato napoletano “Dante per tutti”. Si inizia con la mostra