La pittura al tempo di oggi, Felicori apre le porte della Reggia

La pittura al tempo di oggi, Felicori apre le porte della Reggia

Maria Beatrice Crisci

Reggia- Nino Longobardi– “Quando abbiamo iniziato questa avventura nella Reggia ci siamo un po’ sentiti condannati al contemporaneo perché abbiamo Terrae Motus, che è una collezione di livello mondiale. È vero, l’abbiamo allestita in modo molto provvisorio, però l’abbiamo allestita tutta e si possono vedere così tutte le opere. Prossimamente si aprirà un cantiere e ci sarà una sistemazione definitivamostra reggia 4. Noi dobbiamo non solo circondare Terrae Motus di una continua vitalità produttiva di contemporaneo, ma dobbiamo anche lanciare il messaggio che l’Italia non è solo un grande patrimonio del passato, ma è un Paese di arte che vive, di artisti viventi, di arte che si fa oggi”. Mauro Felicori direttore della Reggia di Caserta lo ha detto ieri mattina in occasione della preview per la stampa della mostra «La pittura dopo il postmodernismo. Belgio – Italia – Usa» a cura della famosa storica dell’arte Barbara Rose. Ieri sera l’affollatissimo vernissage. Gli artisti statunitensi presenti in mostra sono Walter Darby Bannard, Karen Gunderson, Martin Kline, Melissa Kretschmer, Lois Lane, Paul Manes, Ed Moses e Larry Poons. I belgi Mil Ceulemans, Joris Ghekiere, Marc Maet, Werner Mannaers, Xavier Noiret-Thomé, Bart Vandevijvere e Jan Vanriet. Gli italiani Roberto Caracciolo, Arturo Casanova, Bruno Ceccobelli, Elvio Chiricozzi, Gianni Dessì, Nino Longobardi, Roberto Pietrosanti, Marco Tirelli e Rossella Vasta.

mostra reggia 3«La pittura dopo il postmodernismo» è un’imponente esposizione, ma è al tempo stesso un manifesto che Barbara Rose dedica al linguaggio pittorico attuale in tre Paesi di assoluta rilevanza nel panorama artistico contemporaneo. Il progetto viene presentato per la prima volta in Italia, dopo essere stato proposto a Bruxelles nel 2016 e a Malaga nel 2017, ed è accompagnato da un esclusivo catalogo realizzato per l’occasione da Colonnese Editore. L’allestimento della mostra è stato progettato da Giovanni Francesco Frascino con la grafica di Antonio Iodice e Giulia Scalera. Fondamentale l’apporto della Direzione della Reggia con il responsabile dell’area valorizzazione Vincenzo Mazzarella.

La rassegna «La pittura dopo il postmodernismo» in questa edizione italiana è prodotta dall’azienda casertana Duepiuduecinque ed è realizzata con il sostegno della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee, che ha inoltre collaborato alla messa in rete delle realtà rappresentative del mondo dell’arte e associative per la valorizzazione del Casertano e del suo Comune capoluogo.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9736 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

Dialogo interculturale, al Giannone giovedì il convegno

Giovedì 29 settembre si celebra la Nona Giornata del dialogo interculturale, una manifestazione promossa da Intercultura e dalle altre associazioni europee riunite nell’Efil, l’European Federation of Intercultural Learning. In circa

Primo piano

The Walk, fa tappa a Napoli la marionetta siriana Amal

-Il 9 settembre farà tappa a Napoli lo spettacolo itinerante “The Walk”, il viaggio della piccola Amal, una marionetta alta 3 metri e mezzo che raffigura una bimba siriana di

Attualità

L’ascetica Santa Rosa da Lima, il suo radicato culto a Caserta

Luigi Fusco – “Bella come una Rosa” sembrava Isabella Flores y de Oliva agli occhi della sua domestica. Nata, nel 1586, a Lima in Perù, da genitori spagnoli. Da tutti