La Reggia fuori dal lockdown, il 2 giugno riapertura del Parco

La Reggia fuori dal lockdown, il 2 giugno riapertura del Parco

Il Parco Reale della Reggia di Caserta riapre il 2 giugno. Prenotazione obbligatoria on line e ingressi contingentati per fascia oraria per tutelare dipendenti e visitatori Prorogata di tre mesi la scadenza degli abbonamenti.

Dal primo martedì di giugno, dunque, riapre il Parco Reale dalle 8.30 alle 19.00, con ultimo ingresso alle 18, e il Giardino Inglese dalle 8.30 alle 18, con ultimo ingresso alle 17. Il patrimonio vegetale del Complesso vanvitelliano torna fruibile al pubblico. Con i suoi 123 ettari, il parco storico, vulnerabile museo a cielo aperto dall’inestimabile valore architettonico, paesaggistico, botanico e naturalistico, attende i visitatori dopo quasi tre mesi di chiusura forzata.

Nel rispetto dei principi di gradualità, progressività e sostenibilità, dal 17 giugno saranno aperti anche gli Appartamenti Reali. L’improvvisa chiusura di marzo ha portato, infatti, al blocco dei cantieri che ancora non hanno ripreso i lavori per le grandi difficoltà delle aziende nella riorganizzazione delle attività.

L’ingresso dal 2 giugno, solo su prenotazione online, sarà contingentato per numeri e fasce orarie. Il concessionario del servizio biglietteria, Opera Laboratori Fiorentini, garantirà la registrazione dell’accesso ad un massimo di 30 persone ogni 15 minuti. Una prima fase sperimentale cui, sulla base di analisi dei dati dell’andamento epidemiologico e del monitoraggio dei sistemi di contenimento attuati, potrà seguire una variazione dei flussi.

I visitatori, anche gli abbonati e gli aventi diritto ad agevolazioni o gratuità, potranno accedere al Parco Reale esclusivamente previa prenotazione. La procedura online sarà disponibile dalla prossima settimana.

L’ingresso avverrà da corso Giannone, dove saranno posizionati termoscanner e sistemi di controllo automatizzati.  Successivamente ci sarà l’apertura dei cancelli di piazza Carlo di Borbone.

L’importanza del rapporto con il territorio è oggetto di costante attenzione e di grande considerazione nell’ambito delle scelte strategiche dell’Istituto. Si è voluto, dunque, dare un segno tangibile della propria vicinanza ed empatia, in linea, inoltre, con gli obiettivi “Salute e benessere”, “Istruzione di qualità”, “Città e comunità sostenibili” dell’Agenda 2030. Per questa ragione, il consiglio di amministrazione ha accolto la richiesta del Direttore generale Tiziana Maffei di estendere la scadenza degli abbonamenti di tre mesi.

Tutti i possessori di titolo di accesso annuale “Parco della Reggia di Caserta” e “ParcApp”, con termine dall’1.3.2020 all’1.3.2021, otterranno automaticamente la proroga della scadenza con decorrenza dall’1 giugno 2020. Sarà comunque indispensabile prenotare online la visita. Verranno, inoltre, nei prossimi giorni fornite indicazioni per la sottoscrizione dei nuovi abbonamenti che saranno oggetto di iniziative di crescita e partecipazione culturale.

Invariati, infine, il costo di 9 euro del biglietto di ingresso al Parco Reale e al Giardino Inglese, “Parcoday”, e tutte le agevolazioni tariffarie già previste.

Per tutti i visitatori sono previste stringenti misure di contenimento per il contagio da Covid-19oltre all’obbligo di mascherina, al distanziamento sociale aldivieto di assembramentoNon sarà consentito l’accesso a persone con una temperatura corporea superiore ai 37,5 gradi.

Le specifiche prescrizioni anti Covid-19 si aggiungono al regolamento di visita e saranno consultabili, nel dettaglio con puntuali disposizioni sulle diverse modalità di fruizione del Parco Reale, sul sito internet istituzionale a partire dalla prossima settimana.

Sarà, inoltre, predisposta apposita segnaletica agli ingressi e lungo il percorso di visita.

Il pubblico è invitato a segnalare eventuali comportamenti difformi alle prescrizioni anti Covid al personale di vigilanza. I visitatori che non si atterranno alle prescrizioni saranno allontanati dal Complesso vanvitelliano e verrà valutata l’emissione di provvedimenti di divieto di accesso.

“Sottrarre per lungo tempo questo importante patrimonio è stato un atto di sofferta responsabilità. Un sacrifico per tutti noi che ci auguriamo non sia disperso da atteggiamenti irrispettosi delle regole – afferma il direttore Tiziana Maffei – Viviamo una fase di grande incertezza sanitaria e sociale. Nel riaprire questa struttura ci dobbiamo confrontare con una realtà complessa, la cui vigilanza è assicurata con un numero ridotto di dipendenti. Dipendenti la cui età rientra tra le fasce più vulnerabili in questa emergenza sanitaria. Nel Complesso, inoltre, sono state di recente avviati lavori di riorganizzazione e adeguamento tecnologico strategico. Ciò rende necessaria una gradualità ed una costante verifica di eventuali criticità. In questi mesi di solitudine in questi grandi spazi, la voglia di aprire i cancelli per condividere profumi, suoni e bellezza di questo complesso è stata tanta. Ma abbiamo agito nell’ottica di non disperdere il gran lavoro fatto dalla comunità che ha dimostrato di reagire nel modo migliore a questa drammatica situazione”. Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8252 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità 0 Comments

VaccinoDay il 27 dicembre, per lo Sportello Salute si può partire

Antonio Salvatore* – Se tutte le procedure di verifica sul vaccino della Pfizer saranno completate nei prossimi giorni, il 27 dicembre inizierà la vaccinazione del personale sanitario dei Paesi dell’Unione

Primo piano 0 Comments

Opicifio Puca. A Sant’Arpino la collettiva Turno_Secondo

Maria Beatrice Crisci  – L’Opificio Puca a Sant’Arpino apre le porte venerdì 5 luglio per un’altra mostra. Alle ore 19 si inaugura la mostra collettiva dal titolo Turno_Secondo. L’iniziativa è

Cultura 0 Comments

È ufficiale! Vincitrice del Premio Matilde Serao è Igiaba Scego

-L’Italia riparte e, dopo un anno di pausa, riparte anche il premio letterario «Matilde Serao» promosso dal quotidiano Il Mattino ed intitolato alla co-fondatrice (nel 1892, con il marito Edoardo

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply