Museo in rosa, le dolci madri di Delugan tra le matres di Capua

Museo in rosa, le dolci madri di Delugan tra le matres di Capua

Luigi Fusco

– Verrà inaugurata sabato 22 maggio, alle 10.30, presso il Museo Provinciale Campano di Capua, la mostra “Le Madri di Delugan” dell’artista Gustavo Delugan. In esposizione presso le sale delle “Matres Matutae” vi saranno 19 opere in legno e in pittura. Nel corso dell’inaugurazione ci saranno, invece, gli interventi poetici di Gloria Vocaturo e la musica di Marco “DaSkore” Falco.

La mostra ha come obiettivo la definizione di una nuova e singolare commistione tra linguaggi figurativi arcaici, rappresentati dagli ex voto in pietra delle matres, e produzioni visive contemporanee di Delugan.

Nato in Trentino, Gustavo comincia la sua attività artistica abbastanza presto. Trasferitosi a Napoli si laurea in ingegneria con una tesi su Capua. Nonostante la professione, continua a ricercare un proprio stile e un proprio linguaggio compositivo. La sua recente produzione si caratterizza per l’impiego di materiali di recupero come i legni, in quanto detengono tracce visibili di memoria e sono, inoltre, la testimonianza della contemporaneità espressa sia a livello spirituale che emozionale.

Le sculture di Delugan sono il frutto di sentite “costruzioni” di arte e coscienza civile. Ogni sua opera manifesta la vitalità della materia impiegata, poiché dalla stessa emergono emozioni, riflessioni e messaggi che contribuiscono a rendere il mondo un “posto” migliore.

In merito ai lavori realizzati per il Museo Campano, scrive Maria Gabriella Tinè: “Nella dolcezza delle linee si ferma il primo sguardo e l’archetipo femminile, l’origine, la Madre, svela il suo richiamo. Poche linee, nessun dubbio: è Donna, Creatrice, Curatrice, Protettrice. È colei che genera e alla vita tiene uniti i suoi figli. Dai suoi seni traggono alimento e sostegno per divenire completi, adulti, indipendenti. È lei, radice di bene, che partorisce cuori nuovi e ne sostiene il cammino e tutela la fatica di farsi uomini. Allo stesso tempo legame e fuga, vicinanza ed allontanamento, in lei la pace, da lei la vita”. La mostra sarà visitabile fino al 5 giugno prossimo.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1072 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

Jazz & Wine, a Carditello per l’ultimo appuntamento

Redazione -Al Real Sito di Carditello ultimo appuntamento della rassegna Agrimerola Jazz & Wine. Giovedì 5 gennaio, alle ore 21, l’elettronica visionaria di Vito Ranucci incontrerà la voce ancestrale di

Comunicati

Mann. Giulierini, 2022 anno record per il museo archeologico

-Il 2022 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli si conclude con un’evidente conferma del trend della ripartenza dopo l’emergenza pandemica: gli ingressi sono stati circa 450mila, in crescita del 126% rispetto al

Primo piano

Il sindaco Marino incontra Pd e Terra Libera. Domani si conclude con il Quarto Polo

Sono continuati anche questo pomeriggio gli incontri tra il sindaco di Caserta, Carlo Marino, e le delegazioni delle liste che compongono la maggioranza del governo cittadino. Dopo le liste ProCaserta-Verdi,