Nuovo presidente Lions Reloaded a Caserta, è Aldo Cobianchi

Nuovo presidente Lions Reloaded a Caserta, è Aldo Cobianchi

Claudio Sacco

-Presso la sede ufficiale di Palazzo Paternò di Montecupo a Caserta, domani domenica 19 settembre si terrà l’inaugurazione dell’anno sociale 2021-2022 del Lions Club Caserta Terra di Lavoro Reloaded, con il neoeletto presidente Aldo Antonio Cobianchi. Saranno presenti il secondo Vice governatore Pasquale Bruscino, i Presidenti di Circoscrizione e di Zona, Antonio Tisci e Domenico Petrillo,

Il Sodalizio casertano, da anni impegnato in attività di sostegno e solidarietà (la Befana in corsia all’Ospedale A. Guerriero di Marcianise, Un calcio al bullismo in collaborazione con il Liceo Statale Manzoni, solo per citarne alcune), con una particolare attenzione alle iniziative rivolte alla prevenzione medica (cancro pediatrico e progetto Martina) e agli screening gratuiti per cittadini casertani, quest’anno si dedicherà fortemente alla cultura, intesa in senso stretto e come messaggio sociale, con la nuova edizione del Premio Anastasia Guerriero, riservato alle donne del nostro territorio che si sono particolarmente distinte per il loro impegno professionale e umano, e le azioni concrete a favore dell’universo femminile, contro ogni tipo di violenza, anche grazie alla diffusione del numero  antiviolenza e stalking 1522, in collaborazione con il Leo Club nato in seno al Terra di Lavoro Reloaded, apprezzatissimo e unico ‘gruppo giovani’ a essere sorto nella nostra città.

Un anno denso di impegni per il nuovo, giovane presidente Cobianchi, esponente attivo a livello nazionale e internazionale, promotore di tantissime iniziative nel territorio, in qualità di organizzatore di eventi, di esperto di marketing, di Presidente nazionale della Società Italiana dei Francesisti, di Delegato per la Campania della Società Italiana della Camelia, premiato da numerosi riconoscimenti internazionali per gli alti meriti culturali profusi, come il conferimento da parte del Presidente della Repubblica Francese Hollande del titolo di Chevalier dans l’Ordre des Palmes Académiques de la République Française(Cavaliere dell’Ordine delle Palme Accademiche della Repubblica Francese), «pour services rendus a la culture française (per i servizi resi alla cultura francese)».

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7603 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura 0 Comments

In tour nel cuore di Napoli con il sottosegretario ai Beni Culturali Cesaro

Un tour guidato tra i beni culturali del centro storico di Napoli. E’ l’insolita lezione che il sottosegretario ai Beni Culturali e al turismo, Antimo Cesaro ha voluto regalare alle

Primo piano 0 Comments

La pittura secondo Barbara Rose in 50 quadri, evento Reggia

Maria Beatrice Crisci – “Io sono venuta varie volte a Caserta e sono innamorata del Palazzo Reale“. Così Barbara Rose, famosa storica dell’arte statunitense ai microfoni di Ondawebtv. L’incontro avviene in

Do ut do. Dopo Caserta fa tappa al Madre di Napoli

(Beatrice Crisci) – La casa “Do ut do” disegnata da Alessandro Mendini fa tappa oggi al museo Madre di Napoli e sarà visitabile fino al primo agosto 2016 presso la

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply