Online National Meeting, il Liceo Pizzi di Capua all’evento

Online National Meeting, il Liceo Pizzi di Capua all’evento

Luigi Fusco

-Il 27 maggio prossimo, alle 15.30, si svolgerà il primo Online National Meeting organizzato dalla Rete Nazionale Scuole Smart, evento a cui parteciperà anche il Liceo Statale “Salvatore Pizzi” di Capua diretto dal Preside Enrico Carafa.

Il Tema della manifestazione sarà “Lo Smart Working: nuove prospettive di organizzazione del lavoro nella scuola che cambia”. L’appuntamento si terrà sulla piattaforma Microsoft Teams Live e moderatore dell’incontro sarà Antonio Iaconianni, Dirigente Scolastico del Liceo Classico “Telesio” di Cosenza, Scuola Capofila Rete Nazionale Scuole Smart. A seguire ci saranno gli interventi di Vanessa Viti, Tecnologa presso ASI – Agenzia Spaziale Italiana, che tratterà la tematica inerente la “Trasformazione dello Smart Working nella Pubblica Amministrazione”, Luca Solari, Professore Ordinario di Organizzazione Aziendale all’Università di Milano, che parlerà di “Smart Working: uno strumento strategico per la Pubblica Amministrazione”, Elisa Colella, Dirigente presso il Liceo Classico “Cutelli” di Catania – Scuola Capofila Rete Nazionale Licei Classici, che discuterà di “Istituzioni Scolastiche: attività amministrativa e organi collegiali”, Dianora Bardi, Presidente Centro Studi “ImparaDigitale” che terrà un intervento sul tema “#indietrononsitorna”, Salvatore Giuliano, Dirigente IIS “Majorna” di Brindisi e già Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, che si occuperà di “DAD e DDI: un mondo ancora da esplorare”, e Davide D’Amico, Dirigente Presidenza del Consiglio dei Ministri, che traccerà le linee conclusive dell’evento.

“Mi preme, anzitutto, ringraziare la cabina di regia e tutte le Scuole che fanno parte della Rete Nazionale Scuole Smart, per il loro entusiasmo e la loro partecipazione in un concreto progetto di costruzione di una nuova Scuola” – ha dichiarato Antonio Iaconianni, coordinatore dell’intera manifestazione. “Questa pandemia” – ha, poi, aggiunto – “è stata devastante per ogni ambito, ma è stata anche uno stimolo al miglioramento: abbiamo finalmente saputo cogliere le opportunità offerte dalle nuove tecnologie applicate al mondo del lavoro e al mondo dell’istruzione”.

Soddisfazione da parte del Dirigente Scolastico del Pizzi di Capua, Professor Enrico Carafa, per la partecipazione all’evento del suo istituto, dichiarando che il “ Liceo ha fatto del motto tradizione e innovazione il fulcro della sua mission, ha aderito con grande entusiasmo alla rete che si è costituita, nella piena convinzione che le esperienze di questi mesi possano costituire la base per una didattica innovativa, che faccia buon uso delle tecnologie che abbiamo imparato ad apprezzare”. 

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 413 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Bilancio d’esercizio e reddito d’impresa. Lezione ad Economia

Maria Beatrice Crisci – Lunedì 12 marzo alle ore 10 si terrà, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, il seminario “Il bilancio

Primo piano 0 Comments

Barbera e campagne di promozione, l’Aisla fa verde la Reggia

Claudio Sacco – Si celebra domenica 16 settembre la Giornata Nazionale per la lotta alla Sla. Per l’occasione, in largo San Sebastiano a Caserta, dalle 9 alle 20, i volontari di

Attualità 0 Comments

Erasmus+, da “Parthenope” i migliori studenti di Europa

(Pietro Battarra) – Successo degli studenti dell’Università degli studi di Napoli “Parthenope” nel mondo. Una classifica dei più meritevoli nell’ambito del progetto Erasmus+ nell’anno accademico scorso vede tra i primi

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply