Parravano, il ritorno di Scarpati e Solarino con “Misantropo”

Parravano, il ritorno di Scarpati e Solarino con “Misantropo”

Maria Beatrice Crisci

– Nel 2016 erano stateatro comunale esternoti protagonisti sul palcoscenico del Teatro Comunale di «Una giornata particolare», ritornano a Caserta con il «Misantropo» di Molière. Sono Giulio Scarpati e Valeria Solarino che sabato 9 alle ore 20.45 e domenica 10 febbraio alle 18 saranno al Teatro Parravano con la compagnia Gli Ipocriti Melina Balsamo diretta da Roberto Andò. Interpreti Blas Roca Rey, Anna Ferraioli, Matteo Cirillo, Federica Zacchia, Mauro Lamanna, Matteo Cecchi. La regia è di Nora Venturini. Traduzione di Cesare Garboli, scene di Luigi Ferrigno, costumi Marianna Carbone, luci Raffaele Perin, musiche Marco Schiavoni.

La regista Nora Venturini dice: «Il Misantropo è la storia di un uomo che vuole avere un incontro decisivo con la donna che ama e che alla fine di un’intera giornata non ci è ancora riuscito. Le parole con cui Louis Jouvet riassumeva il capolavoro di Molière, quando le ho lette per la prima volta, mi hanno fatto sorridere, interpretandole come una battuta ironica del grande uomo di teatro.

In realtà colgono un elemento niente affatto riduttivo e spesso trascurato o messo in ombra a favore del tema politico dell’uomo onesto e sincero in lotta contro la corruzione e l’ipocrisia della società. L’aspetto privato, in questo capolavoro che si muove sempre in equilibrio tra commedia e tragedia, è altrettanto importante dal punto di vista teatrale, di quello sociale, perché ne evidenzia il fattore umano, e dalla corte del re Sole lo porta dritto a noi. Nella sua urgenza di parlare con Célimène, che gli sfugge e evita il confronto, nel suo bisogno di chiarirsi, di fare piazza pulita di ogni ambiguità, Alceste è un personaggio estremamente moderno.

È un uomo che in modo vagamente masochista si ostina ad amare la donna sbagliata, quella che è il suo opposto in tutto, nello stile di vita, nella visione etica, nel senso dell’amicizia e dei rapporti sociali. E lo stesso vale per Celimene nei confronti di Alceste, quando dichiara di preferirlo agli altri pretendenti. È proprio la loro differenza la molla che li spinge uno verso l’altra: signora dei salotti lei, mondanamente attorniata dalla sua corte, intellettuale duro e puro lui, rigido negli scontri filosofici con l’amico Filinte, così assoluto da apparire eroico, e nello stesso tempo ridicolo. Attorno a loro, a raccontarci il mondo che Alceste detesta e Celimene padroneggia, un carosello di prototipi umani, parodie attualissime dei vizi e dei difetti dell’alta società. Allora se Alceste è “nostro contemporaneo” nella sua indignazione impotente e donchisciottesca contro la falsità e la corruzione, sono “nostri contemporanei”, tragici e comici insieme, anche Alceste e Celimene come coppia sentimentalmente impossibile: non si capiscono ma si amano, si sfuggono ma si cercano, si detestano ma si desiderano. Sono un uomo e una donna di oggi, con torti e ragioni equamente distribuiti, protervi nel non cedere alle richieste dell’altro, non disposti a rinunciare alle proprie scelte di vita, in perenne conflitto tra loro. Nei loro difetti possiamo a turno ritrovarci e riconoscerci; e ne ridiamo, guardandoci allo specchio. Due protagonisti di una commedia amara in cui non è previsto l’happy end».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ai sensi dell’art.13 del nuovo codice sulla privacy (D.Lgs 196 del 30 giugno 2003), le e-mail informative e le newsletter possono essere inviate solo con il consenso del destinatario. La informo che il Suo indirizzo si trova nel database di Raimondo Adamo perché espressamente da Lei richiesto o perché da me reperito navigando in rete, o da e-mail che l’hanno resa pubblica. Le ho inviato fino ad oggi informazioni riguardanti la mia attività e i progetti culturali da me curati mediante il seguente indirizzo e-mail:raimondoadamo@gmail.com. Sperando che le mie comunicazioni siano per Lei interessanti, Le assicuro che i Suoi dati saranno trattati con estrema riservatezza e non verranno divulgati. Le informative hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli interessati, anche se trattate con l’ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dall’elenco dei destinatari inviando una e-mail con scritto “CANCELLAMI”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mail priva di virus. www.avast.com

3 allegati

 

 

 

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6654 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Spettacolo

Live in Garden, la rassegna riprende con Francesca Fariello

Luigi D’Ambra – Il Beer Garden di via Discesa Coroglio 34, dopo la pausa estiva finita, ritornano gli appuntamenti della rassegna “Live in Garden”, curata nella direzione artistica da New Reel

Attualità

Referendum costituzionale, ecco le ragioni del sì

A meno di un mese dal voto referendario, un interessante appuntamento è in programma per il prossimo 11 novembre a San Nicola la Strada. “Referendum costituzionale-Le ragioni del sì” è

Primo piano

Urrà, un Natale con i fiocchi. La Reggia scopre le sue carte

(Beatrice Crisci) – Sarà lo splendore del Teatro di Corte ad accogliere venerdì 2 dicembre alle ore 15 la conferenza stampa di presentazione delle iniziative in programma per il “Natale

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply