Reale Stamperia Borbonica, evento alla Biblioteca Nazionale

Reale Stamperia Borbonica, evento alla Biblioteca Nazionale

-In occasione della Giornata Mondiale del Libro, incontro dibattito su La Real Stamperia Borbonica  venerdì 21 aprile alle ore 10 alla Biblioteca Nazionale di Napoli dove saranno esposte per l’occasione alcune delle opere più significative della Stamperia Reale. Tra queste Le Antichità di Ercolano e la “Dichiarazione dei disegni del Real Palazzo di Caserta” di Luigi Vanvitelli.

L’iniziativa è dell’ Associazione per i Siti Reali e le Residenze Borboniche Onlus, la Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III” e il Palazzo Reale di Napoli che hanno organizzato in collaborazione con la Reggia di Caserta, la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Campania, l’Associazione Italiana Editori e la Fondazione “Guida alla cultura”  approfondimenti ed esposizioni  sull’ ambizioso progetto editoriale dei Borbone.  Visite guidate a tema domenica 23 aprile al Palazzo Reale di Napoli con un focus  sul “Leggio Rotante di Maria Carolina”  ed alla Reggia di Caserta dove si potrà sfogliare anche in formato digitale la “Dichiarazione dei Disegni del Real Palazzo di Caserta” di Luigi Vanvitelli, nata dalla volontà di Carlo di Borbone di divulgare il progetto della nuova Reggia presso le corti europee. La prima edizione è databile alla fine del mese di novembre del 1756, con una tiratura di 100 copie, corredata da 14 tavole numerate. La Stamperia Reale di Napoli nasce nel 1748 in Palazzo Reale e continua l’attività fino al 1857. Furono chiamati a lavorare nella Stamperia Reale i migliori incisori e disegnatori dell’epoca  da tutta Italia, le carte usate provenivano dalle maggiori cartiere napoletane. A fine 700 la Stamperia era riconosciuta fra le più importanti imprese editoriali europee del tempo e veicolava nel mondo l’immagine di una corte maestosa che vantava il ritrovamento dei preziosi reperti archeologici di Pompei e Ercolano. Il pregio e la qualità di alcune serie, come le Antichità di Ercolano, sono un  importante strumento di documentazione  della vivace cultura napoletana e del Mezzogiorno, ed hanno lasciato un’impronta di qualità nella cultura tipografica cittadina.

Programma 

 21 aprile dalle ore 10

Maria IANNOTTI Direttrice Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III” 
Mario EPIFANI Direttore Palazzo Reale di Napoli 
Maria Gabriella MANSI già Funzionaria Ministero della Cultura 
Maria Rosaria NAPPI già Funzionaria Ministero della Cultura 
Gennaro TORTINO Funzionario Biblioteca Palatina Reggia di Caserta 
Leonardo DI MAURO Docente Università degli Studi di Napoli “Federico II” 
Diego GUIDA Presidente Gruppo Piccoli Editori AIE 
Rosanna ROMANO Direttore Generale Politiche Culturali e Turismo Regione Campania 
Luciano SCHIFONE Consigliere Ministro della Cultura 

Modera 

Alessandro MANNA Presidente Associazione Onlus “Siti Reali” 

About author

You might also like

Primo piano

Marino: La Juvecaserta è patrimonio della nostra città. Dobbiamo fare di tutto per garantirne la tutela

“Ho ascoltato con attenzione le parole del presidente Raffaele Iavazzi e condivido le sue preoccupazioni: la Juvecaserta è un patrimonio della nostra città e non possiamo assolutamente permetterci di perderlo”. A

Editoriale

In viaggio con le emozioni, imparando a comunicarle agli altri

Armando Rispoli (psicologo e psicoterapeuta) – Quarantamila anni fa, gli esseri umani, divisi in piccoli gruppi, popolavano il mondo. Sopravvivere, per loro, era un’impresa quotidiana. Senza antibiotici e vaccini le

Arte

Paolo Bini, dal Premio Cairo alla Reggia di Caserta

Dopo la mostra personale alla Everard Read Gallery di Cape Town (Sudafrica) e dopo aver vinto la XVII edizione del Premio Cairo al Palazzo Reale di Milano, l’artista Paolo Bini