Ritorno a scuola, ma cosa resterà di queste vacanze di Natale?

Ritorno a scuola, ma cosa resterà di queste vacanze di Natale?

Luigi Fusco

– Con l’Epifania tutte le feste vanno via; è il proverbio che si suole recitare soprattutto agli studenti di ogni età al termine delle vacanze natalizie, per ricordar loro che la scuola sta per ricominciare. Tale “massima”, a onor del vero, non è mai stata granché apprezzata dagli stessi scolari. Del resto, con il 7 gennaio, almeno fino all’anno scorso, si rimetteva piede nel proprio istituto, in aule lasciate vuote per quindici giorni, magari anche un po’ fredde, dando l’arrivederci ai trascorsi e felici giorni di festa, in cui il calore, gli affetti, le cibarie e i doni avevano dominato.

Il primo mese dell’anno per gli allievi, di ogni ordine e grado, significa impegno, lezioni da seguire e soprattutto interrogazioni da fare, in quanto la fine del primo quadrimestre è alle porte; ma, al di là di ogni possibile criticità dovuta agli impatti iniziali, per tutti gli studenti il ritorno a scuola ha sempre comportato anche sentimenti di felicità e di entusiasmo, emozioni provate nel rivedere i propri compagni, nel raccontarsi ciò che si era fatto durante il periodo di Natale, nell’elencare i doni ricevuti e nel descrivere le nottate passate con gli amici impegnati nei giochi di società.

In queste ultime vacanze, invece, tutto è stato diverso: dalla loro attesa al tempo vissuto e, infine, al rientro che avverrà. Il distanziamento fisico, più che sociale, mantenuto a colpi di dpcm anti-covid e di cromie adottate a seconda dei festivi e dei prefestivi, ha, in parte, fatto svanire la magia del Natale stesso e ogni gioia è stata espressa, in maniera quasi esclusiva, attraverso i social network.

Il 7 in Campania non si tornerà a scuola; un graduale rientro avverrà a partire dal giorno 11, per quanto rimarranno non pochi dubbi al riguardo. Nel mentre, la dad rifarà la sua apparizione. A separare, ancora una volta, docenti e discenti saranno uno schermo, una piattaforma e una connessione a internet; passerà altro tempo, sicuramente, ma l’augurio è che, in maniera graduale e strutturale, si potrà tornare a varcare i cancelli degli istituti scolastici, senza dimenticare, al contempo, che la scuola stessa “è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che si preparano ad affrontarlo” (Malcom X).

Luigi Fusco Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7132 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Pacemaker a 104 anni, “stop and go” all’Ospedale di Caserta

Maria Beatrice Crisci – Ripartire da 104 anni con un impianto di pacemaker. È questa la news che sicuramente ricade tra #lenotiziainpositivo di #ondawebtv e che arriva direttamente dall’Ospedale Sant’Anna e

Primo piano

Scuola Futura. Hackathon online, il Giordani al secondo posto

Maria Beatrice Crisci «L’Itis Giordani di Caserta si classifica al secondo posto nel team n.11 nella finale di #scuolafutura il primo Hackathon nazionale online della scuola promosso dal Miur. Oggi

Attualità

Giornata Mondiale dell’Ambiente, il Wwf apre le sue Oasi

Pietro Battarra -Si celebra oggi la giornata mondiale dell’ambiente. Si tratta di una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite in occasione dell’istituzione del Programma delle Nazioni Unite

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply