Rotonda Francesca Morvillo, svelata la targa per la magistrata

Rotonda Francesca Morvillo, svelata la targa per la magistrata

Redazione

– Inaugurata stamattina la targa stradale dedicata alla magistrata Francesca Laura Morvillo. La targa è stata posta nella rotonda nella zona di via Falcone e via Borsellino. L’iniziativa a conclusione della tre giorni del convegno nazionale «Sulle vie della legalità» dell’associazione Toponomastica Femminile. “Francesca Laura Morvillo è stata una donna straordinaria, una bravissima magistrata, che per anni ha lavorato al Tribunale dei Minori di Palermo prima di passare alla Corte d’Appello, dove si è occupata di casi di grande rilevanza. Spesso viene ricordata solo come la moglie del giudice Giovanni Falcone, ma ciò non le rende giustizia. In realtà è stata una persona eccezionale, che con Falcone ha condiviso un pezzo di vita importante, ma che ha avuto un percorso professionale autonomo e di eccellenza”. Così il sindaco di Caserta Carlo Marino, che stamani ha presenziato alla cerimonia. Presenti anche l’assessore alla Cultura Enzo Battarra, la presidente nazionale dell’associazione Toponomastica Femminile Maria Pia Ercolini, la referente Fosca Pizzaroni il magistrato Raffaello Magi, nonchè parte del direttivo nazionale dell’associazione.

“L’Amministrazione, grazie alla richiesta avanzata dall’associazione Toponomastica Femminile, che compie un grande lavoro sul territorio, ha deciso di rendere omaggio – ha aggiunto il Sindaco – a figure femminili straordinarie, dedicando loro degli spazi pubblici in città, per sottolineare il contributo eccezionale che hanno dato alla società e allo sviluppo del Paese. Presto intitoleremo altre due rotonde a due figure eccellenti quali Marisa Bellisario e Renata Fonte”. L’iniziativa di oggi fa seguito all’approvazione, avvenuta nello scorso maggio da parte della Giunta Comunale, di una delibera con la quale fu deciso di intitolare tre rotatorie della città ad altrettante figure femminili di straordinario valore. Il provvedimento adottato dall’Amministrazione giunse a seguito della richiesta avanzata dall’associazione Toponomastica femminile di Caserta e dalla sua presidente Fosca Pizzaroni di intitolare spazi e aree pubbliche a donne che si sono distinte per meriti particolari o che sono state vittime di discriminazioni nel campo professionale, oppure vittime per motivi politici o per delitti di mafia. Le altre due rotatorie saranno dedicate alla manager Marisa Bellisario e alla donna politica Renata Fonte. Quello di oggi è il primo passo di un’azione che l’Amministrazione Comunale intende proseguire per onorare al meglio la memoria di figure femminili che hanno fatto la storia, contribuendo in maniera determinante alla crescita del Paese.

About author

You might also like

Arte

Va in scena l’inutilità dell’arte, la non stop dell’Opificio Puca

Maria Beatrice Crisci – L’inutilità dell’arte è tema caro e controverso. Antonio Rossi, gallerista casertano protagonista in molte vicende nazionali, ha organizzato per domenica la rassegna «Una serie di esercizi

Primo piano

Una settimana da raccontare, baby ciceroni per le Giornate Fai

Maria Beatrice Crisci – Da lunedì 8 a sabato 13 marzo tornano le Giornate Fai, il grande evento nazionale dedicato al mondo della scuola in edizione totalmente digitale ed anche

Stile

Isaia, la casa che fa moda con le sete e i disegni di San Leucio

(Enzo Battarra) – La via della seta porta a San Leucio. Lo sa il mondo intero e lo sa ovviamente anche una grande casa di moda napoletana come Isaia. La