Sistema Museale. Monaco, la Regione finanzia il progetto

Sistema Museale. Monaco, la Regione finanzia il progetto

Anche quest’anno il Sistema Museale “Terra di Lavoro” potrà realizzare un progetto istituzionale, grazie al finanziamento della Regione Campania. Lo annuncia l’assessora alla Cultura, Lucia Monaco: “La notifica della approvazione è un motivo di orgoglio. Infatti, per il quarto anno consecutivo, la Regione Campania ci dà fiducia riconoscendo la necessità di rafforzare l’esperienza pionieristica del Sistema Museale che, a tutt’oggi, è l’unico formalmente riconosciuto dalla Regione stessa”. Il progetto di quest’anno godrà di un finanziamento di 10mila euro, il massimo ottenibile dal bando regionale e coinvolgerà i 6 musei del Sistema (Museo d’Arte Contemporanea e Belvedere di Caserta, Parco della Memoria Storia di San Pietro Infine, Museo Civico Maddaloni, Museo Civico “Raffaele Marrocco” Piedimonte Matese, Museo “Michelangelo” Caserta) e tre musei “gemellati” (Museo della Civiltà Contadina di San Nicola La Strada, Planetario di Caserta, Museo Scientifico Nevio di Santa Maria Capua Vetere). “Un risultato ottenuto grazie all’impegno, alla competenza e all’azione sinergica dei responsabili dei singoli siti museali del sistema. Il titolo del progetto di quest’anno – prosegue l’assessora Monaco – è “Incontro al nostro pubblico: aprirsi al globale, radicarsi nel locale”, con l’obiettivo di proseguire nell’azione di comunicazione e promozione congiunta dei nostri musei locali, specialmente sul digitale (ma non solo) e spalancare finestre verso il potenziale turistico dei visitatori stranieri. A ciò punta la traduzione professionale di alcuni testi del nostro sito web in due lingue comunitarie. L’azione più innovativa sarà condivisa con le scuole che vorranno aderire al progetto didattico bandito. Nasceranno narrazioni oggettive (quindi più tradizionali) e soggettive, evocative (più sperimentali) dei musei. Protagonisti dell’azione creativa saranno gli studenti e la comunità locale, invitati a raccontare “storie” che confluiranno in una banca dati di pubblico accesso”.”Tutti i dettagli del progetto generale e del progetto didattico – conclude l’assessora Monaco – sono disponibili sul sito web https://sistemamusealeterradilavoro.it“.

Comunicato stampa

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6240 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Sla, per saperne di più ecco un corso a Sant’Agata de’ Goti

Luigi D’Ambra La sclerosi laterale amiotrofica sarà al centro di un interessante incontro sabato 29 aprile dalle ore 8,30 a Sant’Agata dei Goti. Ad ospitare il Corso di aggiornamento la

Primo piano

Buon appetito! In tavola al Ferraris le ricette dei Borbone

(Beatrice Crisci) – La cucina dei Borbone, regale, ricca di storia e allo stesso tempo nobile e contadina. La gastronomia di corte era d’ispirazione francese e spagnola, ma successivamente, col

Food

Nasce AmaRè, il liquore della Reggia targato Andrea Petrone

Enzo Battarra – “Noi siamo una Reggia del mondo, non siamo di Caserta, neanche della Campania, neanche dell’Italia, perché siamo un bene Unesco. Però mi piace l’idea che la Reggia cresca

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply