Stage giardiniere donna, alla Reggia 3 mila euro dal Club Capua Antica

Stage giardiniere donna, alla Reggia 3 mila euro dal Club Capua Antica

Redazione -Future giardiniere crescono! Il Club di Capua Antica e Nova-Caserta, grazie a una raccolta fondi, conferisce un assegno di 3.000,00 euro alla Reggia di Caserta, al fine di finanziare un’attività di stage per giardiniere donna da impiegare nelle attività di manutenzione del verde Questa donazione costituisce un segno tangibile del valore etico riconosciuto all’azione della Reggia di Caserta che è da sempre sensibile ai principi dell’Agenda 2030. In particolare nella necessità di fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva; nel raggiungimento di un’uguaglianza di genere e di emancipazione di tutte le donne e le ragazze; nel proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre. Lo stage di venti ore settimanali, della durata complessiva di sei mesi, sarà definito tramite successivo bando di selezione, che prossimamente verrà pubblicato sul nostro sito istituzionale e diffuso sui nostri canali social. Il Museo verde della Reggia di Caserta, con tutta la sua complessità botanica, attende le mani di una nuova generazione di donne per crescere insieme nella Meraviglia!

About author

You might also like

Primo piano

Intimalente, il programma della terza giornata di festival

-Ancora film da tutto il mondo, proiezioni per le scuole e l’anteprima nazionale di un docu-reportage di una giovane regista casertana. Questo in sintesi il programma di domani venerdì 16

Primo piano

Il giorno del merlo, come ogni 21 marzo Saviano gli fa la festa

Enzo Battarra -Il merlo fischia, continua a fischiare, nonostante tutto. Ogni anno si celebra a Saviano, nel Nolano, la Festa nazionale per la liberazione del merlo maschio, ideata dall’editore Antonio Sgambati e dall’artista Felix

Food

Valle di Maddaloni, è festa con la mela annurca e le auto

Ritorna a Valle di Maddaloni la terza edizione del “Raduno di auto e moto d’epoca”, in collaborazione con Luigi Palma e Aniello Farina. Il giorno 16 ottobre, durante la XXIV