Stop ai rifiuti sul Galoppatoio, lettera aperta delle associazioni

Stop ai rifiuti sul Galoppatoio, lettera aperta delle associazioni

Pietro Battarra

Il Comitato Amici Villetta Padre Pio chiede in una lettera aperta al Sindaco di Caserta Carlo Marino la rimozione dei rifiuti sul Galoppatoio di Viale Carlo III. Nella missiva segnalano la presenza di cumuli di spazzatura abbandonati lungo la “Passeggiata dei Galoppatoi” sul lato Caserta, un biglietto da visita poco dignitoso sia per i visitatori della Reggia che per i cittadini residenti in costante ricerca di spazi cittadini dedicati al benessere e alla socializzazione. Il Comitato chiede un intervento straordinario per la pulizia, rimozione degli ingombranti, dei cumuli di materiali di risulta da costruzioni e rifiuti indifferenziati abbandonati da anni e mai rimossi.
L’intervento, nella sua semplicità, metterebbe il Galoppatoio in
sicurezza e quindi fruibile alla cittadinanza; nello stesso tempo restituirebbe all’area dignità e valore visto che si tratta di un patrimonio tutelato da vincolo del MiBACT

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 147 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Laurea triennale in Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli. Iscritto al Master in Marketing e Digital Innovation per l'arte e la cultura, Università Guglielmo Marconi. Si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono l'arte. la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia, la Spagna e Singapore nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione. Scrive per la rivista d'arte «Segno».

You might also like

Spettacolo

E voilà! Tato Russo porta la crisi del teatro in un café chantant

(Maria Beatrice Crisci) – E voilà! Tredici attori sulla ribalta, più quattro orchestrali, più scenografo, tecnici. Insomma, un grande spettacolo, di quelli che non si vedono più in giro. Tato Russo ha

Primo piano

Settembre al Borgo, sul palco l’enogastronomia del territorio

Maria Beatrice Crisci  – “Il borgo dei libri per noi significa stare insieme. Costruire un modello che è quello che crea competitività e aggregazione sociale. Ma nel fare sistema, noi

Arte

Pulcinella Maccus, la visita di Lello Esposito a Sant’Arpino

(Beatrice Crisci) – È l’artista che sta reinterpretando l’anima popolare di Napoli, che usa come segni del suo linguaggio la maschera di Pulcinella, il busto di San Gennaro o il