Storie casertane, il 1946 e l’acquafrescaio di piazza Vanvitelli

Storie casertane, il 1946 e l’acquafrescaio di piazza Vanvitelli

Maria Beatrice Crisci – «Il 22 aprile 1946, 74 anni fa, era un lunedì dell’Angelo… Un giovanotto, Giovanni, a cui avevano bombardato il suo ristorantino nei pressi della stazione ferroviaria, prese una paio di casse di limoni e di arance e con bacchette di ghiaccio si pose in piazza Vanvitelli, angolo via Mazzini, a fare granite per il pubblico della Pasquetta che si recava alla Reggia. Beh, quel giovanotto era mio nonno che qui è fotografato con tutti i suoi figli nei primi anni 50».

Lo scrive il manager di spettacolo Gianni Genovese sulla sua pagina fb. Un racconto che emoziona e che riscalda il cuore in questi giorni di pandemia e di distanziamento sociale. Gianni, insieme al fratello Marco, ci regala questo pezzo di vita passata della sua famiglia che è anche un pezzo di storia casertana.

«Quell’acquafrescaio con enorme sacrificio suo e della bellissima nonna Maria nel 1952 pose la prima pietra per le mure perimetrali attuali. Io Giovanni e mio fratello Marco siamo la terza generazione che cerca di portare avanti questa tradizione. Oggi vorremmo festeggiare con tutti gli amici e clienti che ci hanno sempre preferito, spero di farlo presto. Ora più che mai ripartiremo con sacrificio, ma la cosa fondamentale sarà rialzare la saracinesca e continuare a offrire lavoro alla nostra famiglia allargata che sono i dipendenti. Vi aspettiamo presto, regalando sempre un sorriso a tutti». Sicuro, Giovanni, i casertani torneranno presto a renderti visita!

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 8254 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Oplontis by-night, sotto il Vesuvio i fasti della Villa di Poppea

Mario Caldara – Forse non molti sono consci dell’importanza e del valore del sito archeologico di Torre Annunziata, Oplontis. Al pari del prestigioso e famoso sito di Pompei, e del

Arte anni 70 in Campania, una “due giorni” alla SUN

Arte in movimento. Gli anni Settanta in Campania, a cura dello storico dell’arte Luca Palermo, è il titolo di due giornate di studio e confronto sulle questioni artistiche in Campania

Cultura 0 Comments

In alto i Calici di Cultura, in alto le voci delle donne. Ad Aversa

Maria Beatrice Crisci – Sono state «voci di donne a confronto​» quelle proposte dal caffè letterario Calici di Cultura in un reading tutto al femminile ad Aversa. Trattandosi quindi di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply