Tarì Design School, Bulgari assume 21 artigiani dell’oro

Tarì Design School, Bulgari assume 21 artigiani dell’oro

(Comunicato stampa) -Il nuovo anno scolastico del Tarì Design School si apre con l’assunzione di 21 studenti presso la Manifattura di gioielli di Bulgari a Valenza. La Maison Romana ha infatti selezionato orafi e incastonatori di pietre preziose che hanno frequentato i corsi professionali presso l’istituto. Bulgari porta così avanti il suo impegno nel promuovere la formazione e la crescita di giovani talenti, un percorso di collaborazione con il Tarì Design School che prosegue dal 2016 e che ha portato all’assunzione di oltre 150 studenti, 30 da gennaio 2023.

I giovani talenti selezionati hanno inoltre l’opportunità di perfezionare la loro formazione presso la Bulgari Jewellery Academy, una scuola di formazione interna attraverso la quale i Maestri artigiani esperti possano trasmettere agli studenti il prezioso know-how Bulgari e le raffinate tecniche di lavorazione.

Fondato nel 1991 il Tarì Design School (Tads), è la scuola di formazione del Centro Orafo il Tarì – polo d’eccellenza dell’oreficeria italiana, un elemento centrale del sistema orafo italiano specializzato in oreficeria, gioielleria, orologeria e design.
Nato con l’obiettivo di valorizzare e preservare l’artigianato orafo campano e il suo straordinario retaggio culturale assicurando la successione generazionale, Tads oggi è un vero e proprio laboratorio creativo in cui le idee degli studenti, dei docenti e dei designer danno vita a creazioni e progetti sempre nuovi.

Tutti i corsi promossi dal Tads -da quelli in arte orafa, gemmologia, orologeria, fino a quelli in incastonatura di pietre preziose al microscopio,- vantano un metodo estremamente pratico, oltre che teorico, che permette un approccio diretto ai progetti, grazie alla presenza dei laboratori della scuola.

L’attuale Manifattura Bulgari ,diventata operativa nel gennaio 2017 con 380 dipendenti, ha già raggiunto 750 risorse e prevede un piano di espansione con l’obiettivo di raddoppiare l’organico entro il 2028, raggiungendo un totale di 1.400 dipendenti.

È proprio nell’ambito di questo piano di assunzioni che, nei primi giorni di novembre, sono entrati a far parte dell’organico della Manifattura di Valenza i 21 nuovi artigiani specializzati nelle arti dell’oreficeria e incastonatura, grazie al percorso di studi seguito presso il Tarì Design School.

In continuità con la missione di preservare e tramandare la tradizione artigiana promuovendo, di pari passo, la crescita delle nuove generazioni, la collaborazione ormai consolidata tra il TADS e Bulgari darà vita alla prima Scuola Bulgari: una iniziativa rivolta a studenti esterni la cui sede sarà nel Distretto dell’oreficeria di Valenza, e che potrà contare sulla inestimabile esperienza formativa della scuola del Tarì.

La Scuola Bulgari riserverà particolare attenzione alle nuove generazioni, con l’obiettivo di attirare l’interesse dei giovani verso l’oreficeria, offrendo loro la possibilità di apprezzare la bellezza dell’artigianato e della tecnologia alla base del processo di realizzazione dei gioielli.

Un percorso per professionalizzare le nuove generazioni di artigiani, la Scuola Bulgari sarà un centro di riferimento culturale per il settore orafo e un’occasione unica per proiettare nel futuro la tradizione orafa italiana.

Il percorso formativo durerà circa un anno e comprenderà lezioni teoriche e molte ore di pratica, coinvolgendo i manager e i maestri artigiani di Bulgari. Al termine del percorso, gli studenti saranno pronti per entrare nel mondo del lavoro e i migliori avranno l’opportunità di essere assunti da Bulgari.

About author

You might also like

Primo piano

Dialoghi con la Reggia, i progetti per l’Acquedotto Carolino

-Lunedì 19 giugno, alle 16, nuovo appuntamento con Dialoghi con la Reggia. Dialoghi con la Reggia è un’iniziativa nata del 2020 al fine di favorire il confronto tra il Museo

Attualità

È festa per il Kirghizistan, a Caserta le prove della comunità

Maria Beatrice Crisci – Una domenica mattina rallegrata dai canti e dalle danze del Kirghizistan. Proprio davanti all’entrata principale della Reggia sul lungo viale che dal monumento porta alla stazione

Primo piano

Tradizione e stagionalità per il NonSoKe di Santa Maria a Vico

Regina Della Torre –  Fave, pancetta e pane casareccio. Un connubio perfetto quello pensato dal talentuoso pizzaiolo Antonio Di Crescenzo. Questa la proposta Special della settimana della pizzeria e ristorante