Reggia di Caserta, la Festa della Musica nel solstizio d’estate

Reggia di Caserta, la Festa della Musica nel solstizio d’estate

Pietro Battarra

 Sarà festa della musica areggia-cannocchialenche a Caserta. Infatti, la Reggia aderisce e partecipa all’edizione 2019 della Festa della Musica, offrendo ai visitatori l’ingresso gratuito nell’ambito dell’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali #IoVadoalMuseo e organizzando durante la giornata una serie di eventi musicali all’interno del complesso. Questa edizione ha avuto anche le anteprime del 21 dicembre 2018 e del 21 marzo 2019.

A Caserta, nell’ambito della Festa della Musica, la Reggia farà da cornice a un percorso musicale che si articolerà nelle sale del Palazzo e che vedrà esibirsi artisti di genere diverso, dal classico al jazz, con la direzione artistica di Franca Volpicelli. Ad accompagnare il pubblico, lungo il tragitto, la voce narrante dell’attrice Lalla Esposito, e l’esibizione di orchestre di mandolini, quartetti d’arco, un duo di pianoforti, una performance con fisarmonica e voce, per finire con un trio jazz.

Domani inoltre sarà possibile inoltre visitare gli Appartamenti storici dalle 19,30 alle 22,30 (con ultimo ingresso alle 21,40), grazie all’apertura straordinaria serale al costo simbolico di 1 euro. Resteranno chiusi, durante l’apertura straordinaria serale, il Parco reale e il Giardino Inglese. Alle 21 il concerto di chiusura della giornata, in Cappella Palatina, con Paolo Vergari al Pianoforte e Francesco Soldano al Sassofono.

reggia di notteVa detto che un importante contributo all’iniziativa arriva dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, con i professori Massimiliano Rendina, Adriana Rossi e Salvatore Ponte e con Francesco Iodice del Dipartimento di Architettura. Il team di progettisti ha ideato un’installazione artistica, collocata nel Vestibolo superiore della Reggia, ispirata al tema delle note musicali. L’installazione, realizzata in acciaio, rappresenterà la migliore forma di integrazione tra il concept progettuale e le capacità di realizzazione di un’impresa artigiana locale. Al termine del percorso sarà proiettato un video multimediale realizzato dal professor Ponte.

L’evento è organizzato dalla Reggia di Caserta e dall’Associazione Culturale ArtZone, con il sostegno dell’Ancos Confartigianato, e la Camera di Commercio di Caserta tra i partner dell’iniziativa. Ad arricchire il programma, la possibilità di visitare una mostra di mandolini storici allestita nella Cappella Palatina, e l’ascolto dell’organo d’epoca borbonica che sarà messo in funzione, in via del tutto eccezionale.

 

You might also like

Attualità

Crisi scuole a Caserta, le medie in soccorso delle superiori

(Maria Beatrice Crisci) Si afferma una solidarietà civica a Caserta, una solidarietà che investe tutta la comunità. Chiude l’Istituto Buonarroti, è prossimo alla chiusura il Mattei? Ecco che si aprono le

Primo piano

Carcere di Secondigliano apre le porte alla cultura

Pietro Battarra – Il Teatro della Casa Circondariale di Secondigliano si è trasformato per un giorno in un palcoscenico speciale per celebrare le festività natalizie. Un evento dedicato a tutti

Primo piano

Pulcinella Maccus, la visita di Lello Esposito a Sant’Arpino

(Beatrice Crisci) – È l’artista che sta reinterpretando l’anima popolare di Napoli, che usa come segni del suo linguaggio la maschera di Pulcinella, il busto di San Gennaro o il

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply