CarMela, il panettone di Rosanna Marziale alla mela annurca

CarMela, il panettone di Rosanna Marziale alla mela annurca

Pietro Battarra

-Si chiama CarMela il panettone del Natale 2022 della chef Rosanna Marziale realizzato con la collaborazione di Marco Infante. Prosegue così il viaggio identitario della chef che da anni con la sua cucina ci porta a conoscere prodotti a km utile della sua meravigliosa Campania. Protagonista del panettone è su un frutto alla Marziale molto caro Lovvero la Mela Annurca o “Mala Orcula. «E’ di origini antichissime e la produzione – spiega la chef – è in diverse località della regione Campania grazie alla dedizione e ai sacrifici di produttori che rendono questo prodotto una eccellenza unica nel suo genere a cominciare dalla raccolta prematura nel mese di settembre, per poi farne proseguire la maturazione nei melai fino a dicembre, su terra ricoperta da strati di paglia o aghi di pino, messe in penombra con la luce filtrata da teli e girate singolarmente una ad una a mano. Bagnate ogni sera con acqua. La luce, l’acqua e questo metodo di coltivazione e maturazione sono elementi fondamentali per rendere la Mela Annurca quello che oggi è, ossia un marchio IGP».


Rosanna negli anni più volte ha utilizzato le mele annurche per poterle far diventare dei piatti che a oggi richiamano i turisti gourmet da tutto il mondo la parola tradizione per Rosanna è strettamente legata all’ innovazione ovvero la nuova tradizione. CarMela oggi diventa un panettone con caramello salato e mele annurche Ma è anche la famosissima Pizza al contrario con una rosa di mele e Grana Padano DOP. È un dolce alla crema di latte denominato Biancamela, sono dei ravioli ripieni “Raw…ioli ripieni di carne di bufalo con mele e cacao” sono le marinate del Maialino e della Pancia di vitellone insomma la mela annurca per noi è davvero importante la mela annurca e si contraddistingue per il colore rosso vinaccia brillante schiarito da leggere sfumature arancioni. Il suo sapore aromatico, lievemente acidulo ma pur sempre dolce.
Eppoi come non ricordare che la famosa Mela Annurca Campana ha valori nutrizionali di tutto rispetto: è poco calorica, ricca di acqua e fibre solubili e insolubili. Questo la rende un ottimo spuntino per metà mattina o pomeriggio, in quanto soddisfa il palato, ha un effetto saziante ed energizzante.

La Mela Annurca apporta vitamine (A, C, PP, B1 e B2), ma anche innumerevoli sali minerali (potassio, calcio, zolfo, magnesio e fosforo). Recenti studi condotti dall’Università Federico II di Napoli hanno evidenziato come il consumo regolare di questo frutto con la buccia, la quale contiene dei particolari polifenoli detti procianidine, contribuisca a migliorare i livelli di colesterolo nel sangue.

I risultati della ricerca sono promettenti: in poche settimane i valori del colesterolo HDL (il cosiddetto colesterolo buono) aumentano fino al 50%, mentre diminuisce l’LDL.

About author

Pietro Battarra
Pietro Battarra 147 posts

Pietro Battarra. Pubblicista. Laurea triennale in Scienze delle Comunicazioni Università Suor Orsola Benincasa Napoli. Iscritto al Master in Marketing e Digital Innovation per l'arte e la cultura, Università Guglielmo Marconi. Si interessa in particolare di cultura e fenomeni sociali. La sua passione sono la moda e il fitness. Ha iniziato giovanissimo a sfilare per marchi come Dolce&Gabbana, Trussardi, Hogan, Roberto Cavalli, Alcott, MSGM, Minimal ed è stato protagonista di shooting fotografici e cataloghi per importanti campagne pubblicitarie. Dall’esperienza a New York a quella in Cina, passando per la Turchia, la Spagna e Singapore nei suoi progetti c’è quello di occuparsi di marketing e comunicazione.

You might also like

Attualità

26 luglio, Sant’Anna. Nell’anno del covid una festa silenziosa

Maria Beatrice Crisci, foto di Bruno Cristillo -Oggi 26 luglio, festa di Sant’Anna. Ma non sarà una ricorrenza come gli altri anni. L’emergenza Covid 19 ha condizionato anche questi festeggiamenti. La

Primo piano

25 novembre, la giornata per dire no alla violenza sulle donne

Tiziana Barrella * Emulazione? Crolo dei valori? Mancato rispetto della vita? Cosa scatena l’ira  e la violenza sulle propriecompagne, sulle madri dei propri figli, su giovani ragazze o su perfette sconosciute?

Primo piano

Napoli Teatro Festival, debutta la “notte sbagliata” di Baliani

Pietro Battarra Napoli Teatro Festival Italia, diretto per il terzo anno da Ruggero Cappuccio, debutta sabato 22 giugno al Teatro Nuovo alle ore 21 in prima assoluta con Una notte sbagliata di e con Marco