Covid. Salvatore, per la Campania meno soldi e meno personale

Covid. Salvatore, per la Campania meno soldi e meno personale

Antonio Salvatore*

-La pandemia ha messo a nudo le nostre fragilità e soprattutto quelle del sistema sanitario italiano, indebolito da tagli sistemici e da incompiuti processi di riorganizzazione. Fragilità che hanno caratterizzato, in modo particolare, la medicina territoriale. Ma poiché dovremo convivere con le pandemie, bisogna pensare a un nuovo “Sistema Salute”. Negli ultimi 10 anni, le politiche sanitarie sono state caratterizzate da logiche ragioneristiche imposte dal M.E.F.. La spesa pubblica è calata al 74% del totale, mentre quella privata – che pagano i cittadini di tasca propria – è salita al 26%. Sono stati previsti tetti per “silos di spesa” che hanno depotenziato il ruolo del Ministero della Salute, posto a presidio degli equilibri di bilancio piuttosto che dello sviluppo dei servizi assistenziali. E’ giunto il momento di cambiare rotta. Puntare al territorio, alle comunità, ai fabbisogni effettivi di salute, allo sviluppo tecnologico, con piattaforme erogative trasversali e multidisciplinari. Insomma, una nuova politica sanitaria che agisca sui pilastri portanti del S.S.N., a partire dagli iniqui criteri di riparto del Fondo Sanitario, che vede la Campania fanalino di coda per “quota capitaria” (la somma che lo Stato paga per ogni cittadino). Il prospetto che segue illustra il riparto del F.S.N. 2020 (Fonte: delibera CIPE n. 20 del 14 maggio 2020 in G.U. n. 230 del 16 settembre 2020).

La Campania incassa annualmente dallo Stato, per cittadino residente, una quota capitaria inferiore a quella delle altre Regioni: 47 euro in meno rispetto alla Lombardia, fino ai 103 euro del Piemonte. Moltiplicando la minore quota col numero di abitanti si perviene al valore delle minori risorse annualmente incassate: circa 300 mln di euro. A tale sottostima va poi aggiunto il saldo negativo di mobilità sanitaria che ammonta a circa 357 mln di euro. Mancano all’appello dunque circa 650 mln di euro l’anno. Analoga considerazione merita la consistenza del personale sanitario presente in Campania, anch’essa inferiore a quella di molte altre Regioni d’Italia. Il prospetto che segue illustra la consistenza rilevata nel 2018 (Fonte: ISTAT).

La Campania pertanto ha dovuto fronteggiare una gravissima emergenza sanitaria con meno personale (anestesisti e infermieri) e meno risorse finanziarie. Ma nonostante ciò, grazie al duro lavoro svolto da tutti gli attori del sistema salute regionale, ed allo spirito di sacrificio del popolo campano, la nostra Regione sta contenendo la diffusione virale meglio di molte altre Regioni.

______
*Il Direttore Scientifico e Responsabile dello Sportello Salute ANCI Campania Antonio Salvatore

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6770 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Il Teatro cerca casa riparte, Massimo Masiello canta Viviani

Comunicato stampa Dopo la pausa forzata per l’emergenza Covid-19, venerdì 26 giugno ore 19.30 riparte “Il Teatro cerca Casa” con lo spettacolo musicale Masiello canta Viviani, che vede in scena l’attore e

Attualità

Lasciti testamentari per la ricerca scientifica, l’Aism informa

Pietro Battarra – L’Aism, l’Associazione italiana sclerosi multipla, in collaborazione e con il patrocinio del Consiglio nazionale del notariato ha organizzato la Settimana nazionale dei lasciti. In tutta Italia da

Attualità

Camera di Commercio, De Simone: “Verso il 2021 con fiducia”

Claudio Sacco -«I numeri purtroppo non sono confortanti, però la CCIAA sta facendo la sua parte mettendo in campo tutti gli strumenti a sostegno del mondo produttivo della provincia di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply