Festa del Casavecchia, week end tra jazz, degustazioni e letture

Festa del Casavecchia, week end tra jazz, degustazioni e letture

Maria Beatrice Crisci

Festa del Casavecchia. Borghi Divini». E’ questo il progetto, finanziato dalla Regione Campania. Protagonista è il vino Casavecchia con tantissimi eventi culturali, artistici ed enogastronomici, grazie alla rete creatasi tra Formicola, Comune capofila, Pontelatone e Castel di Sasso. Per questo week end in programma degustazioni, jazz e letture.

Domani sabato 29 agosto a Pontelatone, visita con l’enologo a cura dell’Azienda Vitivinicola Vigne Chigi. Alle 19, incontro al borgo “Enoturismo… volano di sviluppo del territorio e le virtù del vino sulla bellezza”. Alle 20, poi, Calici al borgo, percorso di degustazione guidata vino Casavecchia doc. Alle 21 il Jazz al borgo con Virginia Sorrentino & Hammond Trio.

Domenica 30 agosto alle 16 Archeo dinner & trekking dell’antica Trebula Balliensis (su prenotazione). Itinerario di visita dell’antica Trebula & Aperi…vino. Alle 19 nell’area archeologica di Treglia, frazione di Pontelatone, “La notte dell’antica Trebula Balliensis” (su prenotazione) con lettura scenica di Edoardo Siravo e Gabriella Casali. Testo e drammaturgia Claudio Calastri e Vito Cesaro. Soprano Alessandra della Croce, tenore Fabio Andreotti. Al pianoforte Leonardo Quadrini.

La manifestazione è rivolta alla promozione del vino Casavecchia, proveniente da un vitigno di origine antichissima nell’insediamento di Trebula Balliensis (Treglia, frazione di Pontelatone), citato da Plinio il Vecchio nel XIV libro della Naturalis Historia e bevuto dai legionari dell’antica Roma. Fino alla fine dell’Ottocento non si hanno altre notizie.

L’evento sarà articolato attraverso un percorso integrato in grado di mettere in rete tutte le potenzialità del territorio, facendo scoprire ai visitatori i luoghi, il paesaggio, la storia, la cultura, le tradizioni e le tipicità locali, contribuendo così ad accrescere la notorietà del territorio, ma anche a favorire un’economia diretta e indiretta generata dalle presenze attratte dalla manifestazione.

La rassegna riprenderà il 5 settembre nel Comune di Castel di Sasso con degustazioni di vino e conciato romano. Per info e prenotazioni: eventi.casavecchiadoc@gmail.com.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7643 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Elezioni Studenti a Medicina. Monda: “bella” partecipazione

Maria Beatrice Crisci – Nei giorni 27 e 28 giugno si sono svolte le consultazioni elettorali per eleggere i rappresentanti degli studenti in seno al Consiglio del Corso di Laurea

Comunicati 0 Comments

Camera di Commercio, c’è il bando “Digital 4 the future”

La Camera di Commercio di Caserta ha finanziato il bando per favorire l’utilizzo da parte delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove tecnologie

Primo piano 0 Comments

Il dilemma è susamiello o roccocò, il sapore della Napoli greca

Luigi Fusco – Altro che panettoni e pandori! L’enogastronomia campana tiene fede alle tradizioni locali e pertanto anche quest’anno, nonostante le ristrettezze anti-covid, non mancheranno sulle tavole nostrane guantiere ricolme

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply