Festa della Musica, alla Reggia con l’Orchestra da Camera

Festa della Musica, alla Reggia con l’Orchestra da Camera

Luigi Fusco

-Inedite suggestioni per i visitatori della Reggia di Caserta in occasione della Festa della Musica 2021. Anche il plesso vanvitelliano aderisce alla giornata dedicata all’arte di Euterpe. Il Ministero della Cultura, insieme all’Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica, in collaborazione con la Rappresentanza italiana della Commissione Europea e la SIAE, ma anche con il contributo di soggetti pubblici e privati, ha lanciato e patrocinato la 27esima edizione della “Festa della Musica”, che per questa rassegna avrà come tema “Squilli di musica e di vita!”.

La Reggia borbonica, insieme all’associazione Anna Jervolino e all’Orchestra da Camera di Caserta, la cui proposta è stata individuata nell’ambito del bando di valorizzazione partecipata 2021-I del Palazzo Reale casertano, ha proposto per domenica 20 giugno un corposo calendario di attività.

L’obiettivo è far conoscere luoghi inaspettati e insoliti della Reggia, in modo da far scaturire nei visitatori nuove emozioni. La musica sarà protagonista di questa inedita esperienza. Alle note verrà dato il compito di accompagnare il pubblico all’interno del complesso monumentale attraverso un approccio multisensoriale. Ben quindici sono i concerti previsti tra gli appartamenti reali e il parco. Giovani solisti ed ensemble presenteranno brani sia moderni che contemporanei: da Bach a Morricone.

Dalle 10.30 alle 11.30, interessati ai concerti saranno gli spazi del Vestibolo Superiore, della Sala della Conversazione e dei Fasti Farnesiani, oltre all’area della Castelluccia nel Bosco Vecchio. Nel primo ambiente si esibirà il Divertissement Clarinet trio, composto da Alessandro Del Prete, Giuseppe Di Maio e Emanuele Palomba. Nel secondo Corde Virtuose, performance di Claudio Mirate alla chitarra, mentre nel terzo ci sarà Arabesque & Syrinx, duo formato da Antonio Troncone al flauto e Alba Brundo all’arpa. Nei pressi dell’antico fortino borbonico vi sarà, invece, il concerto del Sax Quartet, di cui fanno parte Chiara Maria Beatrice Cannavale, Leonardo Auricchio, Antonio Fuoco e Gennaro D’Andreti.

Alle 11.30, poi, nel Criptoportico del Giardino Inglese vi sarà un vero e proprio omaggio a Ennio Morricone con i NovaPolis. Ensemble costituito da Marco Covino al flauto, Giovanni Borriello all’oboe, Giuseppe D’Antuono al clarinetto, Marco Alfano al fagotto e Michelangelo De Luca al corno.

Nel pomeriggio, dalle 15.30 e alle 16.30, invece, sarà possibile assistere delle esibizioni dei Mantici Virtuosi, con Luca De Prisco e Nicola Tommasini alla fisarmonica, nuovamente al Vestibolo Superiore. Presso la Sala della Conversazione ci sarà Gianpaolo Ferrigno con la sua chitarra, e, infine, nel grande ambiente dedicato ai Fasti Farnesiani si potrà assistere alla rassegna musicale del gruppo Hausmusik Trio Algol, di cui fanno parte Stefano Tommaso Duca al flauto, Marilena Di Martino al violino e Restituta Rando alla chitarra.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 293 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura 0 Comments

Capua, arriva l’eroina Greta in versione graphic novel

Pietro Battarra -Dopo Caserta, fa tappa anche a Capua “Greta e il pianeta da salvare”, il libro scritto dalla giornalista del TG2 Christiana Ruggeri per sensibilizzare i bambini a rispettare la Terra nella loro quotidianità.

Cultura 0 Comments

Reggia Carditello, il sito è ora nel circuito Campania ArteCard

MyCampania è anche sulla tv digitale. Diventa infatti un format televisivo sul canale IGTV di Campania>Artecard. Continua la campagna del pass regionale che ti porta alla scoperta del ricco patrimonio culturale della Campania, in questi

Dieta Mediterranea. Patrimonio culturale immateriale da valorizzare e sostenere

MBC)  Una due giorni dedicata alla Dieta Mediterranea inserita nella Lista del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità. Giovedì prossimo a Napoli, a San Domenico Maggiore, e venerdì a Pollica, nel Cilento, si

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply