Gastronomia sostenibile. Monda: da qui la sana alimentazione

Gastronomia sostenibile. Monda: da qui la sana alimentazione

Maria Beatrice Crisci

prof. Marcellino Monda

E’ oggi la Giornata della gastronomia sostenibile che si tiene ogni anno il 18 giugno e mira a sensibilizzare all’importanza della gastronomia per lo sviluppo sostenibile. «La celebrazione della giornata della Gastronomia Sostenibile è l’occasione per ribadire che la Sana Alimentazione deve essere alla base della Gastronomia. Tale scienza multidisciplinare, che mette assieme aspetti socio-culturali ed economici, deve tener conto anche degli effetti del cibo sulla salute umana». Così il professore Marcellino Monda direttore del reparto di Dietetica e Medicina dello Sport nonché presidente del corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università Luigi Vanvitelli di Caserta. Il professore Monda ancora aggiunge: «Se si considera la grave pandemia di obesità nel mondo industrializzato, non si può escludere la Gastronomia dalle strategie per tentare di risolvere questo problema socio-sanitario. Pertanto, ben venga una visione della cultura culinaria che metta assieme aspetti culturali tradizionali e contemporanei con uno stile di vita virtuoso fondato su una alimentazione salutare».

La gastronomia è una scienza che studia il rapporto tra cibo e cultura. Alcuni credono che si trovi all’intersezione tra scienze sociali e arte. Secondo una risoluzione adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel dicembre 2016, la gastronomia è un aspetto importante dell’espressione culturale che è strettamente legato alla diversità naturale e culturale.
La gastronomia è direttamente collegata a tutte e tre le dimensioni dello sviluppo sostenibile (sociale, ambientale ed economico). Ecco perché la gastronomia sostenibile può svolgere un ruolo cruciale nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile in diversi modi, anche promuovendo la conservazione della biodiversità, lo sviluppo agricolo, la produzione alimentare sostenibile, l’alimentazione e la sicurezza alimentare.
L’obiettivo principale della Giornata della gastronomia sostenibile è sensibilizzare l’opinione pubblica sul suo contributo allo sviluppo sostenibile.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7152 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

A scuola in Lorena, partite nove allieve del Manzoni di Caserta

Luigi D’Ambra – Scuola senza frontiere. Nove alunne dell’EsaBac, l’indirizzo linguistico del Liceo “Alessandro Manzoni” di Caserta sono in Francia. Si apre, infatti, all’insegna dell’internazionalizzazione l’anno scolastico del Liceo casertano guidato

Attualità

Italia Nostra, ad Alessia Palazzo la targa “Studentessa IN”

Riprendono con i buoni auspici di don Antonello Giannotti, direttore della Caritas della diocesi di Caserta, le attività della sezione casertana “Antonella Franzese” di Italia Nostra. Si punta sui giovani

Attualità

Ospedale modulare. Il governatore De Luca a Caserta

Maria Beatrice Crisci – «E’ una struttura che servirà a separare la normale attività ospedaliera dai pazienti Covid-19 positivi. E’ una bellissima struttura, non sarà demolita ma rimarrà all’ospedale di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply