Gli “occhi” del Civico 14, il teatro visto dalla parte dell’attore

Gli “occhi” del Civico 14, il teatro visto dalla parte dell’attore

Maria Beatrice Crisci

Theatromai è il verbo greco da cui deriva theatron, teatro. Theatromai è guardare, osservare, sedersi in sala e diventare spettatore. Ma che succede se a guardare è l’attore? O meglio che succede se lo spettatore osserva dal punto di vista dell’attore? Cosa significa avere una visione immersa, abitare virtualmente lo spazio scenico in soggettiva, fondere il proprio sguardo con quello di uno dei protagonisti dello spettacolo? Da qui nasce il progetto «Con i miei occhi dalla parte degli attori» ideato da Mutamenti / Teatro Civico 14.

Il primo spettacolo Con i miei occhi dalla parte degli attori è «Di un Ulisse, di una Penelope» di Marilena Lucente e sarà visibile dal prossimo 28 febbraio sul canale youtube del Teatro Civico 14.

In scena Roberto Solofria e Ilaria Delli Paoli, progetto sonoro di Paky Di Maio, costumi di Alina Lombardi, scene di Antonio Buonocore, luci di Marco Ghidelli, collaborazione ai movimenti scenici di Luigi Imperato, regia e traduzioni di Roberto Solofria.

Lo staff di Mutamenti / Teatro Civico 14 spiega: «Con i miei occhi dalla parte degli attori nasce come progetto che permette di vedere lo spettacolo dal punto di vista di ogni attore presente all’interno dello stesso spettacolo. In questo caso specifico (Di un Ulisse, di una Penelope), lo spettatore potrà scegliere se vederlo dal punto di vista di Ulisse o di Penelope».

Quindi aggiungono: «La pandemia ha bloccato tutte le nostre attività di incontro con il pubblico, ci ha spinti a indagare altre possibilità, ma il solito streaming non ci soddisfaceva. Abbiamo per questo deciso di sperimentare una idea originale che potesse mettere il pubblico dalla parte dell’attore. Gli spettatori saranno sì lontani, saranno sì davanti a uno schermo, ma vivranno l’esperienza scenica attraverso i nostri occhi». Per la visione biglietto simbolico di 1 euro.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6975 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Attualità

Al San Carlo un benvenuto speciale per gli immigrati

(Mario Caldara) – Domani martedì 28 febbraio alle ore 18 il Teatro San Carlo aprirà le porte ad ospiti speciali. 1300 immigrati sono attesi tra le mura storiche di uno

Primo piano

La solitudine si deve fuggire di Santarelli da OmniarteCaserta

Claudio Sacco – «La solitudine si deve fuggire» di Manlio Santanelli è il secondo appuntamento della rassegna teatrale organizzata dalle Associazioni OmniarteCaserta e Il Teatro cerca casa, patrocinata dal Comune di

Primo piano

Centometriquadri di arte, le Cromie astrali di Gianluca Sgherri

Maria Beatrice Crisci  – «Cromie» è il titolo della mostra personale di Gianluca Sgherri che si inaugura giovedì 12 settembre alle ore 19 presso la Galleria Centometriquadri Arte Contemporanea di

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply