La Reggia si fa (ancora più) bella, concluso un altro restauro

La Reggia si fa (ancora più) bella, concluso un altro restauro

Luigi Fusco

-Sono terminati i lavori di restauro della facciata ovest del III cortile della Reggia di Caserta con il ripristino dell’antico splendore delle sue componenti architettoniche e decorative. È da tempo che il plesso vanvitelliano è interessato da una serie di significativi interventi rientranti nell’ambito del finanziamento Piano Stralcio “Cultura e Turismo” Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020, la cui attuazione è stata possibile grazie al contributo del Servizio V del Segretariato Generale del Ministero della Cultura con il supporto dell’assistenza tecnica di Invitalia. Un’operazione che riguarderà anche la risistemazione delle altre facciate interne del palazzo, delle pareti e delle volte degli androni est ed ovest che danno su piazza Carlo di Borbone.

I restauri sono stati condotti dalle maestranze delle ditte Fratelli Navarra e I.co.res. e la consistenza dell’impresa  è stata veramente notevole, anche dal punto di vista numerico. Al riguardo, restauratori e operai specializzati hanno lavorato su una superfice di ben 1300 mq, di cui 475 sono in pietra di Bellona, 400 di cortina laterizia, 235 di elementi in intonaco come i dentelli e i sottarchi dei loggioni, 30 di balaustre in marmo bianco, 150 di volte in finto laterizio. Nel corso dei lavori è stata effettuata anche la disinfezione del 100% della superficie, è stato poi riportato il consolidamento degli intonaci, la pulitura chimica e aeromeccanica indispensabile per alcuni paramenti lapidei, la pulitura e la stilatura dei giunti di tutta la cortina in laterizio, le stuccature e le ricostruzioni plastiche di ogni paramento con l’integrazione cromatica e la protezione attraverso specifico protettivo. 

Particolare attenzione è stata, inoltre, rivolta a uno dei leoni scolpiti in pietra di Bellona e collocati in chiave di volta sulle arcate del registro bugnato. Tale opera era lesionata e mancante di una parte della criniera e del ricciolo della chiave di volta. Le aree interessate sono state ricostruite attraverso apposite procedure compositive.

Il “Cantiere Reggia di Caserta” non si ferma qui. Difatti, è in piena attività considerati anche gli altri interventi che stanno interessando il restauro della Fontana di Diana e Atteone e altre iniziative: tutte azioni comprese nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1076 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

Sito Unesco, visita guidata al Museo Michelangelo di Caserta

Claudio Sacco  – Un appuntamento di emozioni e suggestioni borboniche nel sito Unesco. Continuano infatti gli appuntamenti infrasettimanale speciale, dedicato alla storia della scienza e della tecnologia al Museo Michelangelo di

Arte

Bruno Donzelli nella Scala dell’arte, la sua personale a Milano

Maria Beatrice Crisci – “Con Milano ho sempre avuto un rapporto particolare. Giovanissimo ho esposto al Premio San Fedele. È una città che porto nel cuore e poi c’è il fermento

Editoriale

Ma che freddo fa, più calorie a tavola. Un buon appetito a tutti

Maria Beatrice Crisci – Qual è la giusta alimentazione per il periodo freddo? Qual è il comportamento alimentare da tenere per combattere meglio le basse temperature? Come difendere il nostro