La Reggia si fa (ancora più) bella, concluso un altro restauro

La Reggia si fa (ancora più) bella, concluso un altro restauro

Luigi Fusco

-Sono terminati i lavori di restauro della facciata ovest del III cortile della Reggia di Caserta con il ripristino dell’antico splendore delle sue componenti architettoniche e decorative. È da tempo che il plesso vanvitelliano è interessato da una serie di significativi interventi rientranti nell’ambito del finanziamento Piano Stralcio “Cultura e Turismo” Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020, la cui attuazione è stata possibile grazie al contributo del Servizio V del Segretariato Generale del Ministero della Cultura con il supporto dell’assistenza tecnica di Invitalia. Un’operazione che riguarderà anche la risistemazione delle altre facciate interne del palazzo, delle pareti e delle volte degli androni est ed ovest che danno su piazza Carlo di Borbone.

I restauri sono stati condotti dalle maestranze delle ditte Fratelli Navarra e I.co.res. e la consistenza dell’impresa  è stata veramente notevole, anche dal punto di vista numerico. Al riguardo, restauratori e operai specializzati hanno lavorato su una superfice di ben 1300 mq, di cui 475 sono in pietra di Bellona, 400 di cortina laterizia, 235 di elementi in intonaco come i dentelli e i sottarchi dei loggioni, 30 di balaustre in marmo bianco, 150 di volte in finto laterizio. Nel corso dei lavori è stata effettuata anche la disinfezione del 100% della superficie, è stato poi riportato il consolidamento degli intonaci, la pulitura chimica e aeromeccanica indispensabile per alcuni paramenti lapidei, la pulitura e la stilatura dei giunti di tutta la cortina in laterizio, le stuccature e le ricostruzioni plastiche di ogni paramento con l’integrazione cromatica e la protezione attraverso specifico protettivo. 

Particolare attenzione è stata, inoltre, rivolta a uno dei leoni scolpiti in pietra di Bellona e collocati in chiave di volta sulle arcate del registro bugnato. Tale opera era lesionata e mancante di una parte della criniera e del ricciolo della chiave di volta. Le aree interessate sono state ricostruite attraverso apposite procedure compositive.

Il “Cantiere Reggia di Caserta” non si ferma qui. Difatti, è in piena attività considerati anche gli altri interventi che stanno interessando il restauro della Fontana di Diana e Atteone e altre iniziative: tutte azioni comprese nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 669 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Salute 0 Comments

Obesity Day, quest’anno la giornata di prevenzione va sul web

Mario Parillo L’obesità, oltre a essere la principale causa di diverse malattie quali diabete mellito, iperlipidemie, ipertensione, cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca, artrosi, calcolosi della colecisti e alcuni tumori, è uno

Primo piano 0 Comments

Confcommercio Caserta. Chiusura locali. Iannotta: Problema enorme per i commercianti

Dovranno restare chiusi per cinque giorni, perdendo l’occasione di questo fine settimana per rilanciare l’economia del capoluogo. Questa la sanzione accessoria per gli oltre 40 locali che a novembre scorso

Primo piano 0 Comments

L’eredità di Aldo Moro, il digital talk di Comunità Solidale Aversa

Comunicato stampa “La tragica morte di Aldo Moro ha segnato la storia della nostra Repubblica. Ma il suo insegnamento rimane vivo, così la sua testimonianza di politico improntata al rigore,

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply