L’oratorio salesiano semina legalità, stop alle vittime di mafia

L’oratorio salesiano semina legalità, stop alle vittime di mafia

Alessandra D’alessandro

– “SeminiAmo legalità: Palermo chiama, l’oratorio salesiani di Caserta risponde” è l’iniziativa organizzata dai ragazzi dell’oratorio salesiano dell’Istituto Sacro Cuore di Maria di Caserta con la collaborazione del Comitato Amici di don Bosco. L’iniziativa nasce per ricordare le vittime delle stragi della mafia: i giudici Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Rosario Livatino e l’agente di Polizia di Stato Emanuela Loi. SeminiAmo legalità risponde al richiamo della Fondazione “Giovanni Falcone” di Palermo avente come slogan “Palermo chiama”.  Domenica 23 maggio alle ore 11:15 i ragazzi dell’oratorio commemorano i tre giudici siciliani e la prima donna in divisa vittima del dovere negli spazi all’aperto della Casa salesiana di via Roma retta da don Antonio d’Angelo. «Con questa iniziativa – spiega don Giancarlo d’Ercole, direttore dell’oratorio – intendiamo affermare oggi più che mai di essere presidio di legalità, quale agenzia educativa presente sul territorio da decenni. Un territorio di certo non facile, ma che non spaventa affatto la nostra missione formativa delle giovani generazioni, quali onesti cittadini e buoni cristiani, come da eredità che ci ha consegnata il nostro santo fondatore». Saranno presenti all’evento: il magistrato in cassazione Raffaello Magi e il giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Giuseppe Zullo. L’evento vedrà anche il coinvolgimento della Questura di Caserta con una rappresentanza dirigenziale. Una volante della Questura di Caserta farà da scorta ai giovani protagonisti che impersoneranno le figure dei magistrati scomparsi e della poliziotta sarda. Ad attenderli l’abbraccio di un giovane che vestirà i panni di don Bosco. Seguiranno momenti musicali e di drammatizzazione che si concluderanno con gli interventi degli ospiti. Infine, l’inaugurazione dell’Angolo della legalità, dove i bambini dell’oratorio pianteranno quattro piccoli arbusti come simbolo dei quattro pilastri fondamentali della legalità: giustizia, pace, fratellanza, uguaglianza.

About author

Alessandra D’alessandro
Alessandra D’alessandro 230 posts

Alessandra D'alessandro - Studentessa presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, facoltà di Lettere indirizzo linguaggi dei media. Ha frequentato il liceo classico Giannone a Caserta. Ha conseguito certificazioni di lingua inglese presso Trinity College London. Attualmente collabora nell’azienda familiare occupandosi di social media, comunicazione e fashion buying. Interesse spiccato per il mondo della moda, il giornalismo, la comunicazione e la cultura olfattiva.

You might also like

Primo piano

Karl Marx. La rivoluzione è giovane. La proiezione al Duel

Pietro Battarra – Arriva sul grande schermo del Duel Village la vita e la storia di Karl Marx, a 200 anni dalla nascita. L’appuntamento è per martedì 8 maggio alle ore

Primo piano

Premio Bianca d’Aponte. Dieci cantautrici in finale ad Aversa

Pietro Battarra Sono ben dieci le cantautrici che si contenderanno la vittoria al “Premio Bianca d’Aponte”, il contest riservato alla canzone d’autrice arrivato alla 14a edizione. Questi i loro nomi:

Primo piano

Anfiteatro Campano, l’omaggio commosso a Fausto Mesolella

Claudio Sacco – «Fausto era un musicista straordinario e un uomo fantastico, aveva un’energia inesauribile ed era bellissimo lavorare con lui, improvvisava sulle scene cose meravigliose. In questo film ci