Obesity Day, quest’anno la giornata di prevenzione va sul web

Obesity Day, quest’anno la giornata di prevenzione va sul web

Mario Parillo

L’obesità, oltre a essere la principale causa di diverse malattie quali diabete mellito, iperlipidemie, ipertensione, cardiopatia ischemica, insufficienza cardiaca, artrosi, calcolosi della colecisti e alcuni tumori, è uno dei gravi fattori di rischio del Covid 19. Si è infatti visto, nel corso di questa infezione, che essere in sovrappeso o obesi rappresenta un fattore di prognosi negativo.

L’Obesity Day è la campagna di informazione e sensibilizzazione nazionale per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso, promossa ogni anno il 10 ottobre dall’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI). La manifestazione si è svolta negli anni precedenti nelle piazze o in centri per Obesità, quest’anno causa Covid 19 si è preferito non organizzare manifestazioni pubbliche per cui si è programmato un appuntamento virtuale attraverso un Webinar sulle problematiche legate all’obesità aperto a tutta la popolazione che inizia alle 15 del 10 ottobre. Per iscriversi andare su www.obesityday.org e scorrere la locandina fino in fondo.

L’obesità purtroppo è ancora considerata da molti un problema solo estetico e, spesso, è trattata in maniera superficiale e inappropriata (diete drasticamente ipocaloriche, farmaci impropri) con il risultato di un ulteriore aumento di peso sul lungo termine.

Il difficile periodo indotto dall’epidemia COVID ha comportato notevoli variazioni dello stile di vita della popolazione e nella gestione delle patologie croniche. Nello specifico le persone affette da obesità hanno avuto difficoltà nella loro quotidianità per la  gestione della malattia a livello clinico-assistenziale, delle complicanze, dell’accesso alle cure e ai vari specifici trattamenti dietetici, comportamentali, farmacologici e chirurgici.

La Fondazione ADI dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica ha condotto uno studio multicentrico non-profit nei Centri Obesity day del SSN somministrando un questionario

Il tuo stile di vita domiciliare ai tempi delle restrizioni da epidemia COVID-19” a circa 1300 persone affette da obesità con lo scopo di capire l’impatto delle restrizioni imposte dall’epidemia da Coronavirus sul loro stile di vita. In Regione Campania sono state intervistate 119 persone con obesità.

Tra i dati più rilevanti registrati in Campania va segnalato un aumento del peso nel 56% dei partecipanti, del senso di fame nel 40%, dello spilucco nel 53%, del consumo di farina nell’80%, dei dolci fatti in casa nel 65%, del consumo di dolciumi e snack nel 46%. Questi dati sono associati ad una riduzione dell’attività fisica e spiegano l’aumento di peso o la mancanza di perdita di peso registrata nel lockdown nelle persone con obesità.

Va ribadito che la perdita di peso permette di evitare tutte le complicanze dell’obesità, anche quelle legate al corona virus. Inoltre una corretta alimentazione ed una corretta attività fisica sono essenziali per la prevenzione e la terapia anche dell’infezione da corona virus. In particolare si consiglia un adeguato consumo di frutta, verdura, noci, pesce e olio d’oliva extra vergine alimenti che aumentano la risposta immunitaria e combattono l’infiammazione e di incrementare il movimento incentivando camminate e attività motorie ludiche.

*Dott. Mario Parillo Presidente ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) Campania

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 6264 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Cultura

La Sun per Terrae Motus. Ecco il progetto di comunicazione della collezione Amelio

(Redazione)  –  La Seconda Università degli Studi di Napoli affiancherà la Reggia di Caserta il 2 luglio prossimo nella serata dedicata alla Notte dei Musei. L’intervento dell’ateneo, rappresentato dal Dipartimento di

Primo piano

Artestate, entra in scena la famiglia Gallo. Risate a gogò

Prosegue la rassegna Artestate, la manifestazione organizzata dall’Amministrazione comunale di Casagiove e finanziata dalla Regione Campania. Gianfranco e Massimiliano Gallo saranno i protagonisti della sesta serata in programma per sabato

Attualità

Halloween a Caserta, notte degli orrori all’ombra della Reggia

Claudio Sacco – immagine di Giancarlo Corino del 2017 per Ondawebtv  – Al grido di «dolcetto o scherzetto» stasera saranno in molti a celebrare Halloween. La festa delle streghe e degli orrori, ma anche

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply