Reggia, il piccolo principe Carlo Tito esposto nelle Sale Reali

Reggia, il piccolo principe Carlo Tito esposto nelle Sale Reali

Luigi Fusco

-Un compleanno regale per il piccolo Carlo Tito di Borbone. In occasione del suo genetliaco, che ricorre il 4 gennaio, è stata esposta nelle Sale degli Appartamenti Storici della Reggia di Caserta la nota scultura che lo ritrae appena nato realizzata, nella seconda metà del Settecento, dall’artista napoletano Giuseppe Sanmartino.

Il capolavoro marmoreo, già oggetto di una mostra specifica tenutasi fino a settembre scorso all’interno della Cappella Palatina, è stato ora posizionato nella Camera da Letto delle Loro Maestà, che, all’epoca, fungeva da giaciglio nuziale dei reali Ferdinando IV di Borbone e Maria Carolina d’Austria.

Il principe Carlo Tito, primogenito di Ferdinando IV, venne al mondo agli inizi di gennaio dell’anno 1775 nel Real Palazzo Vecchio di Caserta, in una freddissima giornata in cui cadde anche la neve. 

Il suo ritratto scultoreo venne commissionato dalla regina Maria Carolina come ex-voto da offrire a San Francesco di Paola, a cui era particolarmente devota, in quanto aveva interceduto in maniera favorevole durante il parto del futuro erede al trono. 

L’esecuzione dell’opera venne richiesta a Giuseppe Sanmartino, autore del Cristo Velato nella Cappella del Principe Raimondo di Sangro a Napoli. Il ritratto a grandezza naturale venne poi tradotto in argento.

Nella stessa stanza dove è al momento allocata la statua è, inoltre, presente il dipinto di Girolamo Pompeo Batoni, Allegoria della morte dei due figli di Ferdinando IV e Maria Carolina. Quadro che venne realizzato dopo la prematura morte di Carlo Tito e di sua sorella la principessa Marianna. 

La tela, oltre i ritratti dei due fanciulli, si caratterizza per l’inserimento di diverse figure allegoriche che alludono al Mondo, al Regno di Napoli con i suoi emblemi e al passaggio dei due bambini dalla vita terrena a quella celeste.

In merito alla scultura di Sanmartino è stato approntato anche un ricco catalogo, edito da Colonnese, con contributi di Giangiotto Borrelli, Rosanna Cioffi, Almerinda Di Benedetto, Carlo Knight, Riccardo Lattuada, Anna Maria Rao, Charles Beddington e Lucio Tufano. 

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 846 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Attualità

Elezioni Caserta. Battarra (Pd): Non può morire la speranza per una città migliore

“Sono candidato al Consiglio comunale di Caserta per il Partito Democratico. Lo faccio per un senso di responsabilità verso la nostra città e le persone che hanno condiviso e stanno

Comunicati

Giardini del Volturno, il Festival del Verde torna il 9/10 aprile

-Il Festival del Verde torna di Giardini del Volturno, uno dei più belli della Campania, nella vallata di Cesarano attraversata dal fiume Volturno, in località Pantaniello a pochi chilometri dall’antico

Primo piano

Caserta, il Servo fa spettacolo sul palco con Renzi e Laudadio

Maria Beatrice Crisci – Appassionante e intrigante. Così lo spettacolo «Il servo» andato in scena al Teatro Comunale di Caserta e inserito nella mini rassegna di teatro civile. Regia  di Andrea