San Gennaro a Capodimonte, si riapre nel segno di Calatrava

San Gennaro a Capodimonte, si riapre nel segno di Calatrava

Luigi Fusco

-Dopo mezzo secolo è stata riaperta al pubblico la Chiesa di San Gennaro nel Real Bosco di Capodimonte a Napoli. Completamente rinnovata nella decorazione dall’architetto Santiago Calatrava, l’inaugurazione del ripristinato edificio sacro è avvenuta alla presenza del Ministro della Cultura, Dario Franceschini, del Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, Sylvain Bellenger, del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, del Prefetto di Napoli, Marco Valentini, dell’ambasciatore di Spagna In Italia, Alfonso Maria Dastis Quecedo, e del Console Carlo Maldonado.

L’allestimento decorativo curato da Calatrava per la storica chiesa di Capodimonte, il cui progetto originario venne realizzato nel 1745 dall’architetto Ferdinando Sanfelice su incarico di Carlo di Borbone, rientra nella grande esposizione “Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli”, ed è stato concepito come un vero e proprio omaggio alla “luce partenopea”, la cui vitalità si riscontra nelle opere artistiche e manifatturiere che nel corso dei secoli hanno reso importante e influente la capitale del mezzogiorno.

“Un’opera d’arte globale in cui diverse arti, porcellana, tessitura, smaltatura e pittura convergono in un lavoro autonomo che parla dal passato al presente verso il futuro”, così si espresse Calatrava, lo scorso anno, al momento dell’inizio dei lavori all’interno della Chiesa di San Gennaro.

Difatti, il suo progetto è da ritenersi una sorta di opera d’arte globale, in cui dialogano linguaggi contemporanei e stili del passato attraverso materiali e decorazioni che furono propri delle eccellenze dei Borbone.

Niente è stato lasciato al caso, lo spazio settecentesco della chiesa è stato reinterpretato attraverso una nuova illuminazione e altrettanti arredi. Per l’occasione sono state prodotte preziose sete di San Leucio, vasi e candelabri in porcellana di Capodimonte. Tutti oggetti creati per l’occorrenza da Calatrava, realizzati nel corso dei laboratori svolti con gli studenti ed i maestri artigiani dell’Istituto Superiore Caselli – Real Fabbrica di Capodimonte, la cui sede si trova all’interno del maestoso bosco della residenza borbonica.

“Grazie all’architetto Calatrava, questa esperienza dovrà indicarci la strada” – ha affermato il Ministro Franceschini, a seguito del taglio del nastro insieme all’architetto spagnolo.

“Calatrava porta nella Chiesa di San Gennaro nel Bosco di Capodimonte un decoro di una grande eleganza con una profonda spiritualità tra Virgilio e Dante. Ora si riapre con i ‘suoi nuovi vestiti’ di porcellana, seta, vetro una chiesa chiusa da cinquant’anni” – ha, invece, sottolineato nel corso dell’inaugurazione il Direttore di Capodimonte Sylvain Bellenger.

Grande soddisfazione c’è stata anche da parte del Dirigente dell’Istituto Caselli, Valter Luca De Bartolomeis, che ha evidenziato il ruolo svolto dai suoi studenti nel corso dei laboratori e dei seminari svolti con Calatrava.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1074 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

Reggia di Caserta. Ecco come trascorrere un’Estate da Re

(Claudio Sacco) – Saranno il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e il Direttore della Reggia di Caserta Mauro Felicori a presentare giovedì 1 giugno alle ore 11.30 nella Cappella Palatina

Comunicati

Campania by Night non stop, le proposte Scabec di Ferragosto

-Proseguono anche nella settimana di Ferragosto gli appuntamenti di Campania By Night, la tradizionale proposta di Scabec che da 6 anni propone a turisti e residenti luoghi d’arte e musei da

Cultura

Via i ponteggi. La Reggia torna al suo splendore

(Beatrice Crisci) – La Reggia si è fatta bella, anzi più bella di quanto lo fosse negli ultimi tempi. la facciata che dà su piazza carlo iii è stata liberata