Troppi diritti, per Alessandro Barbano la democrazia è malata

Troppi diritti, per Alessandro Barbano la democrazia è malata

Maria Beatrice Crisci

IMG_0442“Io credo che in questi anni abbiamo azzerato la valenza simbolica della democrazia italiana e non solo. Questo libro nasce per ridare alla democrazia il prestigio che merita. Non solo rispetto alla funzione, ma anche al valore simbolico”. Così Alessandro Barbano a Caserta per presentare il suo libro Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà, edito da Mondadori.

L’appuntamento si è tenuto nella sede di Confindustria. Con l’autore anche Giovanni Cerchia, docente di Teoria e Storia dei sistemi politici comparati all’Università del Molise, e Raffaello Magi, magistrato della Corte Suprema di Cassazione. All’interno del libro “Troppi diritti. L’Italia tradita dalla libertà” (edito da Mondadori), Barbano, giornalista, saggista e docente, direttore del quotidiano Il Mattino, parla del declino italiano, collegandolo al virus dominante dei diritti, una sorta di deriva da ipertrofia dei diritti che ha infiltrato il discorso pubblico e bloccato ogni tentativo della politica e della società di riscattarsi.

Gianni Cerchia ha sottolineato: “Sono convinto che siamo davanti ad uno snodo fondamentale della nostra vicenda politico-istituzionale. Ciò che è accaduto negli ultimi tempi è figlio di un processo di lungo periodo, complesso, che ha cambiato l’idea stessa del rapporto tra la società, le istituzioni e la qualità della politica”. Per il giudice Magi poi: “Il libro del direttore Barbano è un manifesto contro l’individualismo, l’affermazione di se stessi e delle proprie necessità, idee e visione del mondo senza alcuna forma di mediazione sia politica che culturale”. A fare gli onori di casa il presidente di Confindustria Gianluigi Traettino. A moderare l’incontro la giornalista Nadia Verdile.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 9727 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Primo piano

Ciao Pablito! Con la scomparsa di Paolo Rossi finisce un’epoca

Luigi Fusco – Paolo Rossi, il comico, in molti dei suoi spettacoli degli anni ‘80 si divertiva spesso a raccontare, con chiaro fare ironico, le situazioni che si venivano a

Primo piano

Winston vs Churchill, Battiston eroico al Comunale di Caserta

Marco Cutillo – Winston Churchill, bevitore e fumatore seriale, istrione, sconfitto, ministro, amico intimo di re Giorgio VI, salvatore della patria e dell’Europa, cinico per passione, icona del ’900. Figura

Primo piano

Napoletano? E famme ‘na pizza, Salemme al Teatro Comunale

Claudio Sacco -Ritorna al Teatro Comunale di Caserta Vincenzo Salemme. Lo spettacolo “Napoletano? E famme ‘na pizza!” scritto, diretto ed interpretato dallo stesso attore andrà in scena da venerdì 26