Festa per Sant’Anna, tutta Caserta celebra la sua vicchiarella

Festa per Sant’Anna, tutta Caserta celebra la sua vicchiarella

Luigi Fusco

– Fede, devozione, identità, famiglia: casertanità. La cittadinanza tutta, con in testa gli accollatori in casacca giallo-verde e i confratelli della congrega del Loreto, come da consuetudine, si sono stretti attorno a Sant’Anna nel giorno della sua festa: 26 luglio 2021.
La compatrona di Caserta, ‘a “vicchiarella nostra”, sposa di Gioacchino, madre di Maria e nonna di Gesù, protettrice delle partorienti, che vigila da sempre sul popolo casertano.

Ore 6.00, ma già dalle prime luci dell’alba i fedeli si sono raccolti avanti al Santuario, un tempo chiesa della Madonna di Loreto, emozionati e in trepidante in attesa per la celebrazione eucaristica, officiata dal Rettore del Santuario don Andrea Campanile, le cui intenzioni sono state “pro populo”, per gli accollatori e i loro defunti sodali.
#0823casertachiama il popolo risponde, c’è tutto il senso dell’appartenenza casertana in questa festa, un’identità contenuta fin nel midollo osseo e che fuoriesce sin dall’appuntamento mattutino con la Santa, specialmente quando viene intonato il suo tradizionale inno: “Lodiamo sempre la nostra Santa o popol Casertano, Gridiamo tutti Viva Sant’Anna devoti noi siam”.


Anche quest’anno, a causa dell’emergenza covid, non ci saranno la storica processione, le marce sinfoniche della banda musicale “Città di Caserta”, la sosta presso la “Casa di Sant’Anna” a via Sant’Elena e l’inconfondibile richiamo della “spalla ‘a sotto”, ma di certo, in questo scorcio di luglio, non verranno meno le preghiere e le invocazioni alla Santa, mai così indispensabili in questo singolare momento storico ancora caratterizzato dalla pandemia.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 381 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Caserta, un otto marzo con più libri che mimose per le donne

Claudio Sacco – Sarà questo un otto marzo dedicato ai libri. Presso il Cidis Caserta in corso Trieste 257 domani alle 9,30 sarà presentato il volume «Pari e Diversi. La nostra sfida

Attualità 0 Comments

Caserta, Back to School. Gli auguri del sindaco Marino

“Faccio il mio in bocca al lupo più sincero ai ragazzi che si apprestano a tornare tra i banchi di scuola. Il rientro in classe è sempre un momento di grande

Primo piano 0 Comments

Fenomeno migratorio e nuove sfide. La Bonino a Caserta

(Maria Beatrice Crisci) – Ci sarà Emma Bonino domani a Caserta. L’occasione è l’incontro “Come vincere la sfida dell’immigrazione? Accoglienza, inclusione, lavoro: le riforme necessarie a partire dai Comuni e

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply