Caserta in giallo-verde, sale l’attesa per la festa di Sant’Anna

Caserta in giallo-verde, sale l’attesa per la festa di Sant’Anna

Luigi Fusco

– Si è celebrata la discesa del simulacro di Sant’Anna, compatrona della città di Caserta, all’interno del Santuario a Lei dedicato, e il popolo casertano ha iniziato a stringersi sotto il suo suo manto protettore.
Luglio è il mese topico per l’intera cittadinanza, quella composta da autentici casertani, che si ritrova sotto uno dei suoi simboli religiosi più importanti: Anna, la matriarca, moglie di Gioacchino e madre della Vergine.
Ogni angolo del centro urbano si tinge di “giallo e verde”, i colori ufficiali della santa. Tra tridui e preghiere, i fedeli, già da ora, sono in trepidante attesa per la sua ricorrenza, il 26 di luglio: il giorno dedicato alla “vicchiarella nostra”.
Anche quest’anno, purtroppo, a causa della pandemia, non ci sarà la solenne processione per le strade del centro urbano e la visita della Santa alla sua antica casa alla “Santella”, con seguito di popolo festante, al suono di marce bandistiche e scoppi di fuochi d’artificio. Seppur non disposta sul carro riccamente ornato di fiori, la casertanità più autentica avrà modo di rinnovare la propria devozione verso Sant’Anna partecipando al ricco programma liturgico previsto dal Santuario stesso. L’invito è far sì che vengano mantenute le promesse di preghiera alla Santa, così da poterla far intervenire tramite un evento miracoloso per debellare qualsiasi tipo di emergenza sanitaria, nella speranza di poter tornare alla normalità e riprender le antiche consuetudini legate al suo culto e alle sue celebrazioni.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1077 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

San Gregorio Matese, il ritorno di Gioacchino Toma. In un libro

Enzo Battarra – Alberico Bojano ha “incontrato” Gioacchino Toma a Piedimonte e San Gregorio Matese dove il giovane pittore era stato confinato dalla polizia borbonica. Da questo studio è nato il libro “Gioacchino Toma sorvegliato politico tra artisti,

Primo piano

Il ministro Martina all’Enoteca provinciale di Caserta

(Beatrice Crisci)    Ha aperto da pochi giorni, ma ha già ha avuto la visita di illustri esponenti della politica italiana. Si tratta dell’Enoteca provinciale Vigna Felix che dopo l’inaugurazione

Primo piano

IntimaLente, il festival di film etnografici allo Spazio X

Claudio Sacco – Ritorna a Caserta IntimaLente/IntimateLens, il festival di film etnografici. Venerdì 12 aprile AmàteLAB accoglie all’interno del suo calendario di iniziative a Spazio X l’ottava edizione della rassegna (www.ilfestival.org), che dal