Museo e Bosco di Capodimonte su ITsART, il sipario virtuale

Museo e Bosco di Capodimonte su ITsART, il sipario virtuale

Luigi Fusco

-Il Museo e Real Bosco di Capodimonte approda su ITsART, la piattaforma della cultura connessa al link www.itsart.tv, con i contenuti video della mostra “Raffaello a Capodimonte. L’officina dell’artista”, a cura di Angela Cerasuolo e Andrea Zezza, con il coordinamento delle indagini diagnostiche delle opere in esposizione di Marco Cardinali.
Attraverso la piattaforma si potranno vedere i video incentrati su alcuni frammenti della “Pala di San Nicola da Tolentino”, prima opera di Raffaello ancora 17enne ma già definito ‘magister’, e altri filmati dedicati ai seguenti dipinti: il “Ritratto del Cardinale Alessandro Farnese” , la “Madonna del Divino Amore”, considerato un vero e proprio capolavoro che rivela nella tecnica adoperata il segreto dell’equilibrio e della grazia del maestro urbinate, e la “Madonna della gatta”, opera iniziata da Raffaello e conclusa dal suo allievo Giulio Romano.
Compare, inoltre, sulla medesima piattaforma il video “La straordinaria fortuna di Raffaello tra derivazioni, copie e repliche”, in cui viene narrata la vicenda dell’attività della sua bottega e le storie riguardanti lo stile raffaellesco, soprattutto di quanto fosse ‘copiato’ nel XVI secolo. Una consuetudine molto comune e diffusa, ritenuta, già alla sua epoca, indispensabile per la formazione dei giovani artisti.
La regia dei video spetta a Marco Cardinali e Danilo Pavone, mentre la voce narrante è di Sabina Barzilai.
La produzione, invece, è stata garantita dal Museo di Capodimonte in collaborazione con l’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e il Consiglio Nazionale delle Ricerche che ha patrocinato i risultati scientifici delle indagini diagnostiche curate da “XRayLab ISPC”, CNR Catania, e dal laboratorio del DiLBeC Università della Campania.
Sempre su www.itsart.tv è disponibile anche il documentario sull’artista Paolo La Motta e la sua mostra “Capodimonte incontra la Sanità”, a cura di Sylvain Bellenger, Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, e Maria Tamajo Contarini, Storica dell’Arte e funzionaria della medesima istituzione museale di Capodimonte.
E’ un documentario di 32 minuti.
L’occhio della telecamera lo segue nei vicoli del rione Sanità, luogo di ispirazione per la sua arte. Le riprese arrivano nel suo studio, catturano le pennellate distribuite sulla tela e le parole che fanno da sfondo, nonché i momenti vissuti con i ragazzi del quartiere durante i laboratori di scultura  mentre modellano l’argilla e, al contempo, si soffermano sulla descrizione della loro esistenza.
Il video è stato realizzato in virtù di un’idea di Bellenger ed è presente anche presso la mostra in corso di Paolo La Motta, visitabile fino al 19 settembre prossimo. La regia è di Rossella Grasso, invece il coordinamento del progetto è di Carmine Romano.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1077 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano

Elezioni Caserta. Conferenza stampa di Ventre

Il candidato sindaco di movimenti civici e partiti politici di centrodestra incontrerà oggi pomeriggio la stampa. Con inizio alle ore 17, presso il comitato elettorale di via Alois 19/21, Riccardo

Primo piano

Quando Atteone perse la testa per Diana e diventò cervo

(Enzo Battarra) – Nel Parco della Reggia di Caserta, nel punto più elevato, a un passo dalla cascata e dalla fontana principale, dialoga con le figure mitologiche il ristorante “Diana e Atteone”.

Primo piano

Aversa, al via l’Anno Pastorale e il terzo anno del cammino sinodale

(Comunicato stampa) -Cammino sinodale delle Chiese in Italia, Atto Terzo. La diocesi di Aversa risponde ancora presente all’appuntamento con un percorso epocale, ideato e fortemente voluto da Papa Francesco, avviato