Riqualificazione, importanti novità per l’Acquedotto Carolino

Riqualificazione, importanti novità per l’Acquedotto Carolino

Luigi Fusco

-Importanti novità sono in vista per l’Acquedotto Carolino. Lo storico impianto idrico, ideato nella seconda metà del Settecento dall’architetto Luigi Vanvitelli, è stato posto al centro dell’accordo stabilito tra la Reggia di Caserta, l’Ente Idrico Campano e il Centro Universitario per la previsione e prevenzione dei grandi rischi.  Già in altre occasioni, l’istituto museale casertano è intervenuto nella promozione delle politiche di rete del territorio, così da creare opportuni collegamenti tra il plesso vanvitelliano e il patrimonio culturale che insiste tra le province di Caserta e di Benevento.

In questo contesto si inserisce appieno l’Acquedotto Carolino, distribuito lungo 38 chilometri tra l’area beneventana e quella casertana, già riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità venendo inserito tra le meraviglie della Terra di Lavoro insieme alla Reggia e al Belvedere di San Leucio. Sin dal momento della sua realizzazione, l’acquedotto è stato considerato come il risultato eccellente di una grande opera di ingegneria idraulica e pertanto, nel tempo, è stato sempre oggetto di importanti interventi di tutela e di conservazione.

La collaborazione fra enti diversi contribuirà alla definizione di una nuova sinergia finalizzata allo studio, alla riqualificazione funzionale, alla sicurezza sismica e al restauro sostenibile dell’infrastruttura monumentale dell’acquedotto stesso, in modo da assicurare tutti i lavori già previsti dai fondi del PNRR-il Pianzo Nazionale di Ripresa e Resilienza.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 789 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura

Memorie a Casertavecchia, i Mondiali 82 di Francesco de Core

Claudio Sacco – Francesco de Core, casertano, vice direttore del Corriere dello Sport, per anni caporedattore centrale del quotidiano Il Mattino. Lo incontriamo alla vigilia della presentazione del suo nuovo libro

Primo piano

Sisca, si riunisce la Società italiana Storia della critica d’arte

Maria Beatrice Crisci -E’ fissata per venerdì 16 settembre l’Assemblea della SISCA, la Società italiana di Storia della critica d’arte, presieduta dal professore Massimiliano Rossi dell’Università del Salento. L’appuntamento è

Attualità

Sanità privata, per l’AISA è scontro frontale in Campania

(Beatrice Crisci) – La crisi per la Sanità privata in Campania si fa sempre più grave. “Si sta andando allo scontro frontale”: lo dice Antonio Salvatore, presidente nazionale dell’AISA, l’Associazione Italiana