Taburno Experience a Cautano, è festa per la patata interrata

Taburno Experience a Cautano, è festa per la patata interrata

Maria Beatrice Crisci

- Si chiama “Taburno Experience” ed è la festa della patata interrata e dell’antico rito di conservazione con i produttori delle Comunità del Cibo Slow Food, cookingshow con grandi chef del territorio, prodotti tipici e artigianato locale. L’appuntamento è a Cautano, nel Sannio, dal 7 al 9 settembre.

patate 1La manifestazione, si legge in una nota diffusa alla stampa, propone a foodies, slowtrotter e amanti del “turismo esperienziale” l’occasione di conoscere e di gustare, nello spazio di un weekend la patata interrata di montagna, alimento vitale per la popolazione del Taburno, che costituisce la base di numerose ricette locali, alcune legate ai pasti che i contadini usavano recare con sé nei campi.

Nel suggestivo borgo di Cautano, famoso anche per i pregiatissimi marmi che furono utilizzati dal Vanvitelli per la realizzazione di alcune sale della Reggia di Caserta, i visitatori saranno coinvolti in un affascinante viaggio del gusto per valorizzare il tradizionale rito della patata interrata: dopo essere state raccolte con la prima luna calante di settembre, le patate si ripongono sotto strati di foglie di felce e terreno a copertura della fossa, lungo i cigli che consentono lo scorrimento dell’acqua nel sottosuolo.

patate 3Un’antica tecnica di conservazione, dunque, che consente alle patate di montagna di superare le rigide temperature invernali, maturando sotto terra ed arricchendosi di sali minerali e particolari proprietà nutritive, come risulta dalla ricerca condotta dal dipartimento di Scienza dell’Alimentazione dell’azienda ospedaliera “Rummo” di Benevento, sotto la guida del dottore Francesco Coppola, già oggetto di due tesi di laurea. Alla manifestazione, organizzata da Comune di Cautano e Slow Food Taburno – grazie alla Regione Campania, nell’ambito del POC 2014-2020, in collaborazione con le Comunità del Cibo (allevatori e produttori del Taburno e produttori della patata interrata) e con il patrocinio morale dell’Ente Parco Regionale del Taburno-Camposauro e del Consorzio Gal Taburno – parteciperanno anche i rappresentanti istituzionali di diversi Paesi, con Polonia, Slovenia, Cipro, Svezia e Ungheria che hanno già aderito. Il programma è particolarmente ricco e prevede, tra i numerosi appuntamenti, convegno e workshop culinario a cura di Giuseppe Daddio (direttore e maestro chef scuola “Dolce&Salato” di Maddaloni) ed in collaborazione con Sabatino Cillo (“Cillo Grill & Barbecue House” di Airola, stilista delle carni ed ambasciatore dei prodotti tipici del Taburno), che interpreteranno in chiave moderna le ricette con la patata interrata (venerdì 7 settembre), laboratorio sensoriale (sabato 8), tour tra le eccellenze storiche, artistiche, gastronomiche, paesaggistiche e mercato della terra (domenica 9), con musica, stand enogastronomici e degustazioni ogni giorno. In particolare, per il tour in programma domenica 9 settembre, è previsto anche un servizio navetta con partenza alle ore 8 dal parcheggio BRIN di Napoli e alle ore 8.30 dalla stazione ferroviaria di Caserta (ore 9.30 arrivo a Cautano).

 

You might also like

Cultura

Nasce il grammar nazi, il guardiano dello stile corretto

(Vincenzo Simoniello*) – L’espressione inglese grammar nazi – che ritroviamo spesso anche nella grafia grammarnazi o grammar-nazi – indica generalmente «una persona che ha una vasta conoscenza della grammatica e

Primo piano

#domenicalmuseo. E la Reggia va! Caserta in vetta alle classifiche

(Beatrice Crisci)    Boom di presenze in questa #domenicalmuseo per la Reggia di Caserta. Palazzo Reale fa registrare in questa prima domenica del mese di giugno  numeri formidabili: 14.579 visitatori alle

Food

Fuochi e forno in Casa Vitiello, a Caserta la pizza si fa stellata

Maria Beatrice Crisci  – Ancora una domenica di “Fuochi e Forno” in Casa Vitiello. E il 6 maggio, in un giorno dal clima non proprio primaverile, l’accogliente pizzeria di piazza monsignor

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply