Castel Morrone, terra di eroi ma anche di cuochi e pasticcieri

Castel Morrone, terra di eroi ma anche di cuochi e pasticcieri

Regina Della Torre

– L’evento che si terrà venerdì 26 ottobre nella splendida cornice del Moon Rise Events di Castel Morrone (Caserta) metterà insieme giovani talenti, creatività e voglia di far conoscere una piccola cittadina nota per la festa del fico d’India e centro di grande importanza strategica nella battaglia del Volturno del primo ottobre 1860. Scontro in cui morì eroicamente il maggiore Pilade Bronzetti, che difese con circa trecento uomini, l’altura denominata “Castello di Morrone” dall’assalto nemico. Si ritiene che tale azione sia stata determinante per la vittoria della battaglia del Volturno e non a caso Bronzetti ha ispirato versi a Luigi Mercantini, Giosuè Carducci, Gabriele D’Annunzio e molti altri poeti.

La serata, in cui ci sarà una cena degustazione, sarà a cura dello chef Luciano Fois, il padrone di casa che insieme alla mamma gestisce anche la cucina del ristorante pizzeria Bronzetti, e del pasticciere Guido Sparaco dell’omonima pasticceria che ha sede sempre a Castel Morrone.

Due giovani che da diverso tempo si impegnano nella valorizzazione del territorio, in cui sono nati, cresciuti e dove hanno deciso di rimanere per continuare la tradizione familiare, attraverso il linguaggio della cucina e della pasticceria. La degustazione partirà con un aperitivo “finger d’Autunno” preparato da Luciano Fois e il PanArchico, il panettone salatodi Guido Sparaco, che accompagnerà i formaggi di Angelo Santabarbara (caseificio la Teresina), un giovane e bravissimo casaro di Piana di Monte Verna autore del Gerarchico, prodotto da cui nasce la collaborazione per il lievitato salato con il pasticciere morronese. Seguiranno le pettole e fagioli della tradizione, piatto popolare antico che proporrà ancora Fois e le pizze in versione nel ruoto, napoletana e margherita del pizzaiolo Mario Cau della pizzeria Bronzetti. Si chiuderà con il Ficus di Guido Sparaco, il dolce al fico d’India che meglio rappresenta Castel Morrone. La cena evento, sarà introdotta dalla giornalista casertana di settore, Antonella D’Avanzo e vedrà anche la partecipazione dell’Enoteca Il Torchio con i vini Pallagrello bianco e nero di Tenuta Sclavia.

About author

Maria Beatrice Crisci
Maria Beatrice Crisci 7322 posts

Mi occupo di comunicazione, uffici stampa e pubbliche relazioni, in particolare per i rapporti con le testate giornalistiche (carta stampata, tv, radio e web).Sono giornalista professionista, responsabile della comunicazione per l'Ordine dei Commercialisti e l'Ordine dei Medici di Caserta. Collaboratrice de Il Mattino. Ho seguito come addetto stampa numerose manifestazioni e rassegne di livello nazionale e territoriale. Inoltre, mi piace sottolineare la mia esperienza, più che ventennale, nel mondo dell'informazione televisiva, come responsabile della redazione giornalistica di TelePrima, speaker e autrice di diversi programmi. Grazie al lavoro televisivo ho acquisito anche esperienza nelle tecniche di ripresa e di montaggio video, che mi hanno permesso di realizzare servizi, videoclip e spot pubblicitari visibili sulla mia pagina youtube. Come art promoter seguo alcune gallerie d'arte e collaboro con alcuni istituti scolastici in qualità di esperta esterna per i Laboratori di giornalismo. Nel 2009 ho vinto il premio giornalistico Città di Salerno.

You might also like

Salute 0 Comments

Lookmaker Academy, una casertana in semifinale nel talent tv

Maria Beatrice Crisci – C’è anche una casertana tra i semifinalisti del casting di Lookmaker Academy, il talent tv dedicato al total look in onda il prossimo anno su un’emittente

Cultura 0 Comments

Via i ponteggi. La Reggia torna al suo splendore

(Beatrice Crisci) – La Reggia si è fatta bella, anzi più bella di quanto lo fosse negli ultimi tempi. la facciata che dà su piazza carlo iii è stata liberata

Primo piano 0 Comments

Tesori d’arte a Napoli, Jago dà una mano alla chiesa del Vasari

A partire da domenica 20 giugno, il Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi, unicum del suo genere a Napoli nel rappresentare l’arte fiorentina con la cappella del Vasari, accoglie due

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply