La carica dei cento (e lode), bravi al Pizzi studenti e docenti

La carica dei cento (e lode), bravi al Pizzi studenti e docenti

Luigi Fusco

– Il liceo statale “Salvatore Pizzi” di Capua fa il botto con i “Cento” conseguiti dai suoi maturandi. Un vero e proprio trionfo della compagine studenti del prestigioso istituto, i cui risultati sono andati oltre qualsiasi aspettativa, e, al contempo, hanno dato conferma dell’eccellenza del liceo stesso, considerato, da anni, tra le scuole più all’avanguardia di tutta la Provincia di Caserta.

Ben 103 sono stati i “Cento” conquistati su un totale di 14 classi quinte, a cui si sono aggiunti anche 36 “Lodi”. Mai nella storia del Pizzi era stato ottenuto un successo di così grossa portata, che, in termini di percentuali, si attesta intorno al 31% per quanto riguarda l’acquisizione del massimo dei voti e all’11% per quanto concerne il riconoscimento della lode agli alunni più meritevoli. Tutti gli indirizzi liceali sono stati investiti da tale premialità: dal Tecnologico allo Scientifico tradizionale, passando per il Linguistico, il Classico, il Socio-Economico e il liceo delle Scienze Umane.

Soddisfatto il Preside, Professor Enrico Carafa, che, in merito agli appaganti esiti derivati dalle performance dei suoi alunni, ne ha evidenziato il fil rouge “con quanto già stato attestato, dal 2014, dalla Fondazione Agnelli con la ricerca Eduscopio, cioè nel riconoscere il Pizzi come miglior liceo della provincia di Caserta”. “Conferma che è giunta anche adesso – ha poi aggiunto lo stesso Dirigente – grazie agli straordinari alunni che si iscrivono e che seguono il percorso di studi, ma anche grazie al team dei docenti che, soprattutto nell’ultimo anno e mezzo, ha lavorato spesso in condizioni di grande difficoltà, soprattutto quando si è dovuta svolgere la didattica a distanza”.

Il Liceo Pizzi sono anni che si distingue per i risultati ottenuti dai suoi allievi. Premi e riconoscimenti arrivano di continuo: dalle olimpiadi di matematica e fisica ai trofei vinti in occasione dei concorsi riguardanti le “storie di alternanza” afferenti ai nuovi percorsi di Pcto.

Erede dell’ex magistrale capuano, fondato poco dopo l’unità italiana dal pedagogista e patriota Salvatore Pizzi all’interno dell’antico Conservatorio della Real Casa della Santissima Annunziata, l’attuale plesso scolastico è ubicato all’interno delle mura perimetrali della settecentesca caserma borbonica Pianell e a breve sarà investito da una serie di lavori di ristrutturazione e di consolidamento. Interventi che consentiranno al liceo stesso di poter ripartire con rinnovato entusiasmo il prossimo anno scolastico, in modo da rilanciare, dopo il lungo periodo di pandemia, la progettazione didattica ed educativa in linea con il nuovo “Patto per la Scuola” sancito, di recente, dal Ministro della Pubblica Istruzione Patrizio Bianchi.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 1077 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Comunicati

A Voce d”e Creature, apericena di beneficenza per la Fondazione

(Comunicato stampa) -Lunedì 11 dicembre 2023, alle ore 19:30, presso il ristorante “Qi Osteria” di Capua, si terrà un apericena di beneficenza a favore della Fondazione “A Voce d”e Creature”.

Primo piano

Buon appetito! In tavola al Ferraris le ricette dei Borbone

(Beatrice Crisci) – La cucina dei Borbone, regale, ricca di storia e allo stesso tempo nobile e contadina. La gastronomia di corte era d’ispirazione francese e spagnola, ma successivamente, col

Cultura

San Francesco non fu il primo, è a Teano il presepe più antico

Luigi Fusco – Ancor prima della rappresentazione della natività di Greccio, il cui apprestamento si deve a San Francesco d’Assisi, è la raffigurazione presepiale di Teano, che, al momento, risulta