L’anniversario del bombardamento della città, Capua ricorda

L’anniversario del bombardamento della città, Capua ricorda

Luigi Fusco

-Giovedì 9 settembre, a Capua, ci sarà la ricorrenza del 78esimo Anniversario del Bombardamento della città, tra gli eventi più drammatici e devastanti che colpì l’antico centro longobardo nel corso del Secondo Conflitto Mondiale. La manifestazione, promossa dall’Amministrazione Comunale, avrà inizio alle 9.30, quando nell’androne del Palazzo Comunale in Piazza dei Giudici si raduneranno le Associazioni d’Arma e Combattentistiche, Militari e Civili, insieme alle autorità, per organizzare i propri gonfaloni, labari e bandiere. Alle 9.45, si formerà il corteo che poi si dirigerà verso la Cattedrale. Alle 10.00, verrà celebrata la Santa Messa officiata dall’Arcivescovo di Capua S.E. Mons. Salvatore Visco. A seguire, vi sarà la deposizione e allocuzione della Corona al Monumento ai Caduti. La città di Capua non ha mai mancato l’appuntamento con la commemorazione di questo drammatico episodio.  Il 9 settembre del 1943, a partire dalle 9.10, gli aerei delle forze alleate bombardarono il centro e i suoi punti strategici.  Il raid si manifestò con lo stupore della popolazione, incredula soprattutto perché il giorno prima era stato siglato l’armistizio, ritenuto, da tanti, il segno tangibile della fine delle ostilità.   I capuani iniziarono a scappare per riuscire ad evitare le tonnellate di ordigni sganciati dalle forze aeree.  Per il centro urbano non vi scampo. Il 75% venne distrutto: il ponte romano sul Volturno, le Torri federiciane, il Pirotecnico, il Castello di Carlo V, Palazzo Antignano con il Museo Campano, la Cattedrale, la Chiesa dell’Annunziata e tanti altri edifici storici vennero distrutti o gravemente danneggiati.  Tanti furono i morti, ben 1062, di cui accertati 425 e ignoti 637, mentre più di un centinaio furono i feriti.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 514 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Cultura 0 Comments

“Arcomic” a Caserta, ovvero l’architettura vissuta con ironia

Pietro Battarra, immagini di Giancarlo Covino – Due architetti. Due autori. Due ironie che si incontrano. Questo sarà “Arcomic”, l’appuntamento organizzato da AmàteLab per oggi venerdì alle 19 allo Spazio X in

Cultura 0 Comments

Carlo di Borbone, il grande re che si portò Napoli nel cuore

(Mario Caldara) – Se si parla di Carlo di Borbone, si parla inevitabilmente di un pezzo di storia napoletana importantissimo, se non fondamentale. Quell’epoca ha rappresentato un ponte tra la

Attualità 0 Comments

Marino incontra la Cgil e firma il progetto di legge per la Carta dei Diritti Universali del Lavoro

Il candidato sindaco di Caserta per la coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, si è recato in visita alla sede della Cgil, dove ha incontrato la segretaria provinciale del sindacato, Camilla

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply