Solstizio d’Estate a Pompei, lo spettacolo del sole tra gli scavi

Solstizio d’Estate a Pompei, lo spettacolo del sole tra gli scavi

Luigi Fusco

– Sarà possibile veder sorgere il sole posizionandosi lungo via delle Terme nel parco archeologico di Pompei. L’appuntamento è per lunedì 21 giugno, in occasione del “Solstizio d’Estate”, nel giorno in cui il sole appare più alto in cielo. I raggi solari, entrando in maniera parallela all’impianto urbanistico di tipo ippodameo dell’antico centro pompeiano, inonderanno via delle Terme, di Nola e dell’Abbondanza. Tutto prenderà forma e vita nell’attimo dell’alba di luce, riflettendosi sulle architetture e sui basalti in pietra lavica. È questo un ciclo infinto, continuo e sempre uguale, che presenta una variazione di solo mezzo grado, un diametro solare, rispetto a ciò che osservarono gli originari pianificatori dell’abitato. La forma della città, come già ipotizzato nel XIX secolo, nonché la sua struttura sono stati concepiti scrutando il movimento del sole e i fenomeni legati all’evento solstiziale.

Una caratteristica scientifica e culturale che influenzò il modo di costruire le città, il cui modello è ravvisabile anche in altri siti della pianura campana, come già analizzato nel corso di un progetto di ricerca condotto da un gruppo di studiosi e dottorandi del laboratorio Capys dell’Università della Campania. Per assistere a questo straordinario avvenimento bisognerà prenotare l’ingresso per il parco archeologico di Pompei, a partire dalle ore 4.45, consultando il sito di ticketone.

L’accesso sarà possibile per un massimo di 99 visitatori. L’ingresso, invece, avverrà da Porta Marina. Successivamente, il pubblico verrà condotto lungo via delle Terme per osservare il fenomeno astronomico che avverrà intorno alle 5.50. Saranno, inoltre, presenti professori e specialisti dell’Università della Campania e verranno distribuite brochure esplicative.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Scabec Regione Campania e rientra nel cartellone di Eventi di Campania by Night estate 2021.

About author

Luigi Fusco
Luigi Fusco 293 posts

Luigi Fusco - Docente di italiano e storia presso gli Istituti Superiori di Secondo Grado, già storico e critico d’arte e guida turistica regione Campania. Giornalista pubblicista e autore di diversi volumi, saggi ed articoli dedicati ai beni culturali, alla storia del territorio campano e alle arti contemporanee. Affascinato dal bello e dal singolare estetico, poiché è dal particolare che si comprende la grandezza di un’opera d’arte.

You might also like

Primo piano 0 Comments

Furti nelle frazioni tifatine. Lettera aperta dei cittadini

(Redazione) – Un grido di allarne proviene dai cittadini casertani residenti in zona Petrarelle e nelle frazioni di Tuoro, Santa Barbara, Staturano e Casolla. Scrivono una lettera aperta al Comitato per

Cultura 0 Comments

A teatro si scoprono i gusti di una città. Caserta e la “formula tre”

Per paradosso l’immagine più reale di una città è quello che il suo teatro propone. Non c’è nulla di più falso di quello che si mette in scena, ma non

Editoriale 0 Comments

2 giugno, Festa della Repubblica. Il profumo della democrazia

(Beatrice Crisci) – Era la res publica, il supremo interesse collettivo. Dal 1946 è la Repubblica Italiana, nata con il primo voto delle donne. Questa signora dalle vigorose origini ha oggi

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply